MotoGP 2013: la classifica delle gare più belle dell’anno [FOTO]

da , il

    Siamo agli sgoccioli di questo 2013 che ha visto trionfare in MotoGP il Rookie Marc Marquez. L’annata è stata speciale, condita da una lotta fino all’ultima corsa a Valencia, per decretare il vincitore del Mondiale. Ma quali sono state le gare più belle della stagione? Beh di gare noiose, come ogni anno, ce ne sono state, ma è giusto stilare una classifica di quelle che ci hanno colpito per qualche motivo, lasciandoci col fiato sospeso e facendoci sobbalzare dal divano.

    6° posto, GP del Qatar: il ritorno del Dottore

    La stagione parte col botto, e lo spettacolo lo dà proprio lui, l’uomo più atteso. Valentino Rossi torna in Yamaha e lo fa nel migliore di modi, al termine di una gara incredibile, condita con un bellissimo recupero che lo porta al secondo posto. Lorenzo domina davanti a tutti, ma il Dottore torna a recitare il ruolo da protagonista della categoria, dopo due anni bui in Ducati. Bellissimo il duello con Marquez, che conquista il primo podio in MotoGP al debutto.

    5° posto, GP di Brno: il trio spagnolo alla riscossa

    Non c’è un duello in testa, ma una vera lotta a tre tra gli spagnoli per la vittoria. Spettacolo allo stato puro, la spunta Marquez che ottiene la quarta vittoria consecutiva in stagione.

    4° posto, GP di Assen: la gara dell’eroe

    Sarà ricordata negli annali come il ritorno alla vittoria di Valentino Rossi, ed è così. Ma per gli appassionati delle due ruote rimarrà per molto tempo la gara di un eroe, al secolo Jorge Lorenzo. Caduto meno di 48 ore prima, con la clavicola frantumata, vola in Spagna, se la fa aggiustare, torna in Olanda e corre, ottenendo un mostruoso quinto posto. Poi intervistato, in lacrime, rifiuta il termine “eroe”, dicendo che gli eroi sono quelli che lavorano tutti i giorni e che, a stento, fanno fatica ad arrivare a fine mese.

    3° posto, GP di Laguna Seca: Cavatappi parte 2

    Marquez è più veloce di tutti, è in forma stratosferica, e andrà a vincere da debuttante a Laguna Seca. Ma il top è il sorpasso su Rossi, una manovra che copia quella di Valentino su Stoner nel 2008. Momento epico, che rimarrà per sempre nella memoria degli addetti ai lavori.

    2 posto, GP di Jerez: ancora fatale l’ultima curva

    Marquez non lo ha mai nascosto: il suo idolo è Valentino Rossi. Ma non è un idolo da avere l’autografo o la foto insieme, ma proprio da prendere spunto. Così ci delizia a Jerez di una manovra assolutamente identica a quella che il Dottore fece a Gibernau diversi anni prima. Tutto uguale, sembra un vero e proprio deja-vu. Anche la scenetta finale, con Lorenzo che nega la mano a Marquez, ricorda l’arrabbiatura del buon Sete al sorpasso subito. Primi accenni di una rivalità che durante l’anno continuerà fino a Valencia.

    1 posto, GP di Silverstone: INDIMENTICABILE!

    Il Gran Premio di Silverstone si chiude sotto il segno di un maestoso Jorge Lroenzo che vince la gara dopo un fantastico ed emozionante duello con il connazionale di casa Honda Marc Marquez. La sfilza di sorpassi e controsorpassi è incredibile, i due si toccano anche, ma alla fine la spunta il maiorchino. Duello epico, che giustamente si merita il primo posto nella nostra classifica. E per voi? Quale è stata la gara più bella dell’anno?