MotoGP 2014: Colin Edwards annuncia il ritiro a fine stagione

Colin Edwards annuncia che a fine stagione si ritira dalle corse

da , il

    La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno: Colin Edwards a fine stagione si ritira dalle corse. Il campione texano, 40 anni compiuti poche settimane fa, ha scelto la conferenza stampa di presentazione della “sua” gara, il Gran Premio delle Americhe che domenica si corre proprio in Texas, ad Austin, per comunicare la propria decisione. La famiglia, la voglia di passare più tempo a casa, ma anche le difficoltà incontrate nell’adattarsi alla nuova moto tra i motivi che hanno spinto Texas Tornado a dire basta. Per seguire il LIVE delle prove libere 2 da Austin, basta CLICCARE QUI!

    colin edwards austin 2014 2

    “Non so nemmeno come dirlo, ma il 2014 sarà la mia ultima stagione nel mondo delle corse. Ho parlato con mia moglie, sono in Europa dal 1995, e questi giovani bastardi mi stanno prendendo a calci nel culo. Ho troppe persone da ringraziare, in particolare Yamaha” esordisce Edwards davanti ai molti giornalisti presenti, pochissimi dei quali già al corrente della decisione. “Ho parlato con mia moglie e i miei due figli e ci sono alcune cose, come il baseball, la ginnastica e la scuola, di cui avverto la mancanza, quindi ho bisogno di trascorrere più tempo con loro” spiega il pilota americano che però puntualizza che alla base della sofferta decisione ci sono anche motivazioni tecniche: “da quando abbiamo iniziato i test, non abbiamo visto il miglioramento che io avrei voluto vedere e, ovviamente, dovrei cambiare stile di guida. Ma io ho 40 anni e non appena ci si trova in un momento ad alta intensità, si tende a tornare al proprio istinto, e il mio istinto è di guidare la moto in modo diverso”. Lo scarso feeling con la FTR-Yamaha, alla cui guida si sta invece ergendo a protagonista Aleix Espargaro, è quindi una delle motivazioni che ha portato Edwards a decidere di ritirarsi.

    [sondaggio id="427"]
    colin edwards austin 2014 3

    Si chiude così la lunghissima carriera di uno dei piloti più carismatici delle due ruote: una carriera iniziata nel 1995, con l’esordio in Superbike in sella alla Yamaha. Tre anni dopo il passaggio alla Honda con cui vince il Mondiale nel 2000 e nel 2002.

    L’anno successivo sbarca nel Motomondiale, classe MotoGP, con l’Aprilia. L’anno dopo è in Honda e dal 2005 inizia un lungo connubio con la Yamaha, per tre stagioni come compagno di Valentino Rossi nel team ufficiale (subito nel 2005 è quarto nella classifica iridata, suo miglior risultato di sempre in MotoGP), e per altri 4 anni nel Team Tech 3 di Herve Poncharal. Dal 2012 fa parte del Team Forward, con cui ha corso le ultime due stagioni in sella alla CRT, mentre da quest’anno gli tocca la FTR-Yamaha, con cui, però, le cose non stanno andando come Edwards avrebbe voluto…