MotoGP 2014, test Australia: Lorenzo fa tre su tre a Phillip Island, Valentino Rossi 3° [FOTO]

Jorge Lorenzo si conferma il più veloce di tutti anche nell'ultimo giorno di test MotoGP sui pneumatici Bridgestone a Phillip Island

da , il

    Jorge Lorenzo fa tris e dopo aver dominato nei test di Phillip Island della MotoGP sia lunedì che ieri, anche oggi ottiene il miglior tempo sulla pista australiana. E lo spagnolo della Yamaha si migliora ancora rispetto a ieri, seppur di pochi millesimi: 1’29″068 il tempo di Lorenzo che precede la Honda di Pedrosa, il compagno di scuderia Valentino Rossi e le Ducati di Crutchlow e Dovizioso, oggi per la prima volta un po’ in difficoltà. Ora tutti a caricare di fretta le moto e ogni attrezzatura, perché non c’è nemmeno il tempo di respirare: venerdì si riparte con l’ultima sessione di test invernali, a Losail, in Qatar.

    day3 ph lorenzo 2

    1 LORENZO, J Yamaha Factory Racing 1’29.068

    2 PEDROSA, D Repsol Honda Team 1’29.458 0.390 0.390

    3 ROSSI, V Yamaha Factory Racing 1’29.554 0.486

    4 CRUTCHLOW, C Ducati Team 1’29.606 0.538

    5 DOVIZIOSO, A Ducati Team 1’30.101 1.033

    Jorge Lorenzo si conferma il pilota più in palla del momento e piazza la propria Yamaha davanti a tutti anche nell’ultimo giorno di test organizzati da Bridgestone per provare i nuovi pneumatici realizzati per la stagione 2014. Il maiorchino prosegue nel proprio personale miglioramento in sella alla M1 dopo le difficoltà riscontrate a Sepang: 1’29″068 il suo crono di oggi, che è anche il miglior tempo assoluto di questa tre giorni australiana. Evidentemente le gomme portate a Phillip Island dal fornitore giapponese vanno a genio al vicecampione del mondo in carica che invece in Malesia aveva puntato il dito contro Bridgestone e contro gli pneumatici preparati per il 2014.

    day3ph rossi

    Come ieri, la piazza d’onore spetta a Dani Pedrosa, staccato di quasi 4 decimi, ma a differenza di Lorenzo lo spagnolo della Honda è più lento rispetto a ieri, così come anche Valentino Rossi, terzo oggi e che si conferma lo stakanovista del gruppo con 56 giri completati, uno in più di Lorenzo (che tra l’altro ha trovato la zampata vincente proprio in extremis, alla tornata numero 54). Bridgestone sarà dunque contenta del comportamento dei due piloti Yamaha, perché più giri in pista si tradurranno in maggiori informazioni sulle gomme da fornire alla casa giapponese.

    day3 ph dovi

    Prime vere difficoltà invece per la Ducati dall’inizio dei test 2014: Crutchlow e Dovizioso chiudono la classifica odierna col quarto e il quinto tempo assoluti. E se il pilota britannico è in linea col crono di ieri, anzi si migliora di qualche millesimo, il Dovi paga addirittura oltre un secondo a Lorenzo. Insomma distacchi che non eravamo abituati a vedere in questo primo scorcio di pre stagione. Tuttavia, come abbiamo già più volte ricordato, i test di Phillip Island erano incentrati unicamente sulla sicurezza, la costruzione e la realizzazione delle nuove gomme Bridgestone, quindi non c’è da meravigliarsi se in Ducati abbiamo provato oggi nuove soluzioni sperimentali proprio in funzione delle gomme che si dovranno poi utilizzare durante il Mondiale. E poi, ricordiamo anche questo, solo venerdì Borgo Panigale ha deciso di optare per la configurazione Open, quindi gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo.

    Archiviata questa tre giorni in Australia, ora tutti i piloti (non solo quelli di Yamaha, Honda e Ducati ufficiali) sono pronti a trasferirsi in Qatar per un’altra tre giorni di test sul circuito di Losail, dove il prossimo 23 marzo inizia il Mondiale. Tutti in pista da venerdì fino a domenica per le ultime prove prima del via ufficiale della nuova stagione!