MotoGP 2015: le pagelle della stagione da 10 a 0!

MotoGP 2015: le pagelle della stagione da 10 a 0!
da in MotoGP 2017, Pagelle MotoGP, Piloti MotoGP 2017, Team MotoGP 2017
Ultimo aggiornamento: Venerdì 13/11/2015 10:39

    La MotoGP ha spento i motori per l’anno solare 2015. Questa stagione tra le più interessanti, combattute, ma anche chiacchierate e polemiche è arrivata finalmente al termine. Come quando finisce l’anno scolastico è tempo di fare bilanci, dare voti per capire chi è stato promosso a pieni voti, chi ha faticato e chi invece è stato rimandato e dovrà cercare di rifarsi nel 2016. Tanti spunti, molti piloti e team andrebbero giudicati su più fattori ma noi abbiamo deciso di fare una media tra le cose belle e le cose brutte per capire chi è stato promosso e chi no in questa tortuosa MotoGP 2015.

    FINALE DI STAGIONE…voto 0! Fino alla gara di Phillip Island si poteva parlare di mondiale spettacolare, divertente e ricco di colpi di scena poi la conferenza stampa di Sepang, la battaglia Rossi-Marquez in gara, la penalizazzione a Valentino, le infinite polemiche, i ricorsi e contro ricorsi fino alla la brutta gara di Valencia. Che peccato! DORNA…voto 1! Tra i bocciati stagionali c’è sicuramente la federazione che non ha saputo gestire le pressioni nè tanto meno decidere nei tempi previsti. La direzione di gara è l’arbitro della pista e dovrebbe decidere nel minor tempo possibile come succede sui campi da calcio o negli altri sport. A volte si azzeccano le decisioni, altre no, ma bisogna avere il coraggio di intervenire. Quello che è successo a Sepang è stato inammissibile con verdetti posticipati a un’ora dopo la fine della gara. Rossi intenzionalmente ha cambiato direzione come un calciatore che cerca di ostacolarne un altro? Bene, andava ammonito ovvero richiamato con un ‘drive through’ non penalizzandolo nella gara successiva. Probabilmente Valentino avrebbe perso la terza posizione e magari chiudeva al 5^ o 6^ posto a Sepang ma a Valencia avremmo visto una gara vera e non ad una farsa. Indecisa! MELANDRI…voto 2! Ci spiace ma anche Marco finisce dietro la lavagna con un brutto voto. Otto Gran Premi disputati con l’Aprilia, zero punti conquistati e miglior risultato un 18° posto in Italia sono stato il suo misero bottino. Decisamente negativo il suo rientro in MotoGP dopo anni da protagonista in Superbike. Nel 2016 potrebbe ritrovarsi ancora nel mondiale delle derivate alla guida della MV Agusta. Riuscirà a rilanciarsi? Forza Marco!

    LA CONFERENZA DI SEPANG…voto 3! La causa scatenante del brutto finale di stagione. Rossi ha attaccato a parole Marquez con l’intento di smascherare un possibile ‘piano segreto’ con Lorenzo ma si è ritrovato invece addosso un boomerang a 300km/h che gli è valso il titolo. HONDA…voto 4! Il voto è sicuramente eccessivo ma la scuderia giapponese si merita un’insufficienza non tanto per la sua stagione (2° posto nel mondiale costruttori e 7 vittorie) ma per quello che è successo dopo Sepang. Comunicati stampa nel quali si parlava di telemetrie che dimostrassero il calcio di Rossi, polemiche e una situazione di nervosismo evitabile. MARC MARQUEZ…voto 5! Finisce tra i rimandati il giovane spagnolo seppur abbia chiuso la stagione al 3° posto e con 5 gare vinte all’attivo (una in più di Rossi ndr). Il suo campionato è stato di luci (poche) e ombre (troppe) culminata con due gare strane a Sepang e Valencia. Le tante cadute, la gara folle malesiana e quella di attesa spagnola hanno fatto storcere il naso a molti ed ha ricevuto accuse e insulti da tutti. Mai si saprà se l’aiuto a Lorenzo sia stato voluto, cercato, comprato o altro, resta il fatto che a 22 anni e con 4 mondiali già in bacheca avrà l’occasione di rifarsi dopo questa brutta parentesi del 2015.

    APRILIA…voto 6 di incoraggiamento! Partita dall’ultimo posto in Qatar con quasi 4” dalla vetta si è ritrovata, dopo altre 17 gare, ad aver ridotto a +1.7 il distacco dalle Yamaha. La casa italiana ha lavorato duramente durante la stagione e con l’arrivo di Bradl, al posto di Melandri, sono arrivati anche diversi risultati interessanti. La via per il successo è ancora lunghissima ma sembra essere stata intrapresa. Il prototipo 2016 sarà la prima vera MotoGP, ci si aspetta un altro importante passo in avanti in classifica. IANNONE…voto 7! Andrea Iannone ha disputato un buonissimo campionato alla ‘prima’ da ufficiale Ducati. Tre volte sul podio, in lotta con entrambi i piloti Honda per il 3° posto finale, ha chiuso 5° gettando alle ortiche le ultime due gare dove ha collezionato 0 punti. Nel complesso Iannone può ritenersi felice anche del fatto di aver rifilato ben 26 punti al compagno di box, Andrea Dovizioso. L’età è dalla sua parte e se la Ducati dovesse crescere e avvicinarsi a Honda e Yamaha allora Andrea potrebbe giocarsela con i ‘Fantastici 4′. LORENZO…voto 8! Il voto di Jorge poteva e doveva essere il più alto visto il titolo di campione del mondo conquistato ma le polemiche nel post-gara di Sepang, il dito verso sul podio malesiano, il ricorso al Tas per la vicenda ‘Rossi-Marquez’ hanno fatto abbassare il suo voto finale. Molti penseranno che meritava ancora meno ma va ricordato che Lorenzo è stato il pilota più vincente in stagione e spesso e volentieri il più veloce in gara oltre che in qualifica. ROSSI…voto 9! Quello che ha fatto Valentino in stagione è da applausi: 4 vittorie, 15 podi di cui 12 consecutivi hanno lanciato il ‘Dottore’ in vetta al campionato. Con il sole o la pioggia è riuscito sempre ad essere costante portando a casa punti pesanti in ottima mondiale. Il voto sarebbe stato un 10 ma quel gesto di allargare la traiettoria a Sepang ha rovinato tutto. Un vero peccato perchè a 36 anni sarebbe stata una vittoria leggendaria. YAMAHA…voto 10! Promossa a pieni voti la scuderia nipponica. Motivo? 11 vittorie, 27 podi, due piloti nelle prime due posizioni della classifica mondiale bastano per spiegare ciò che sono riusciti a fare gli ingegneri dei tre Diapason. Dopo 4 anni di secondi posti, è tornato al successo con entrambi i titoli. Complimenti!

    1032

    PIÙ POPOLARI