MotoGP 2015, Silvano Galbusera: “Valentino Rossi non lascia nulla al caso”

MotoGP 2015, Silvano Galbusera: “Valentino Rossi non lascia nulla al caso”
da in Interviste MotoGP, MotoGP 2017, Motogp Australia, Phillip Island MotoGp, Valentino Rossi
Ultimo aggiornamento: Domenica 18/10/2015 06:23

    La MotoGP è pronta a fare tappa a Phillip Island in Australia per il terzultimo atto della stagione 2015. Grande attesa per scoprire ciò che accadrà in pista. Valentino Rossi, dopo la gara di Motegi, si è portato a +18 sul rivale Jorge Lorenzo. Dopo il Gran Premio del Giappone lo spagnolo, per spiegare il suo ko, ha parlato di sfortuna e situazioni sfavorevoli e si vocifera che l’ambiente intorno a Valentino Rossi non abbia molto apprezzato queste dichiarazioni. Il gap in classifica tra i due è dovuto esclusivamente alla malasorte oppure c’è qualcosa di più? A cercare di fare chiarezza ci ha pensato Silvano Galbusera, capotecnico del box di Valentino Rossi. Seguite insieme a noi la gara della MotoGP Australia 2015 LIVE in diretta web con aggiornamenti, risultati e classifiche.

    Silvano Galbusera, intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, ha cercato di spiegare meglio l’approccio di Valentino Rossi alle gare: “Valentino in questi mesi lo vedo forse ancor più concentrato sui dettagli che ad inizio stagione – ha dichiarato il capotecnico della Yamaha- Domenica mattina abbiamo fatto un meeting per decidere come comportarci in ogni possibile situazione, stabilendo cosa esporre sulla tabella, analizzando ogni eventualità per non lasciare nulla al caso e questo ci ha premiati”. Questo ‘dettaglio’ potrebbe essere stato l’ago della bilancia nel diverso approccio alla gara di Motegi tra Lorenzo e Rossi. Lo spagnolo, non curante del rischio di possibile usura della gomma da bagnato, ha deciso di spingere lo stesso al limite anche quando la pista si stava asciugando mentre il ‘Dottore’ ha giocato d’astuzia sia nella prima di gara bagnata che nella seconda asciutta. A fine gara, nel raffronto tra le due moto, si è potuto notare come i pneumatici di Rossi fossero arrivati al traguardo molto usurati ma sicuramente in una condizione più accettabile rispetto a quella di Lorenzo. Solo sfortuna? più probabile una cattiva gestione degli stessi durante l’intero arco della gara. “In televisione vedevamo le linee più chiare dell’asfalto – ha continuato Galbusera – ma non c’è stato bisogno di avvisare Rossi, ha fatto tutto lui trovando l’assetto ideale per la M1. Vale sapeva che se avesse spinto troppo all’inizio, non sarebbe arrivato alla fine.” I dettagli, a Motegi, hanno fatto la differenza. Ora cosa accadrà in Australia? Rossi vuole l’allungo decisivo per mettere una seria ipoteca sul titolo ma Lorenzo vuole vincere tutte le gare per laurearsi campione. Astuzia, meteo, fortuna e nervi saldi saranno decisivi in queste ultime tre gare stagionali per l’assegnazione del titolo di campione del mondo.

    483

    PIÙ POPOLARI