MotoGP 2015, Valentino Rossi: “Ad Austin sarà veramente dura” [FOTO]

Valentino Rossi ha spiegato i suoi timori in vista del Gran Premio delle Americhe 2015. Il campione di Tavullia punta ad un difficile podio.

da , il

    Valentino Rossi

    Valentino Rossi si presenterà ad Austin come leader del mondiale. Questo ‘titolo’ mancava ormai da troppo tempo accostato al nome del campione di Tavullia e siamo certi che il ‘Dottore’ farà di tutto per mantenere la vetta del campionato appena incominciato. Ad Austin però non sarà affatto facile per il pilota della Yamaha. Nelle ultime due stagioni non è infatti riuscito ad avvicinarsi al podio chiudendo al 6° posto nel 2013 e all’ 8° nel 2014. Valentino Rossi, durante un’intervista rilasciata agli organizzatori del Circuito americano, ha spiegato i suoi timori per il Gran Premio che prenderà il via Domenica 12 Aprile. Girate la pagina per leggere le parole del numero 46 della MotoGP. Per seguire le qualifiche LIVE in diretta web della MotoGP Austin 2015, BASTA CLICCARE QUI!.

    Pista difficile per la Yamaha

    Nelle ultime stagioni la Movistar Yamaha, sulla pista di Austin, ha sempre faticato come ci spiega Valentino Rossi: “Ad Austin mi piace molto sia la pista che la città. Il layout del tracciato è ben studiato anche se probabilmente non è la mia pista preferita. La Yamaha soffre molto questo tracciato e per noi sarà dura trovare un’altra vittoria come in Qatar. Noi cerchiamo sempre di fare bene per trovare il giusto set up e il compromesso ideale per essere veloci ma finora non ci siamo mai riusciti su quel tracciato. I due lunghi rettilinei rappresentano un punto debole per la nostra moto ma proveremo a fare il meglio possibile per farci trovare pronti. Quest’anno la moto sembra veramente buona, arriverà qualche aggiornamento e quindi confido che riusciremo a trovare il giusto compromesso per provare ad essere competitivi. Vorrei arrivare sul podio ma sarà dura perchè la pista è più adatta alle qualità delle moto rivali.”

    Nelle ultime due edizioni del Gran Premio delle Americhe sono stati infatti i piloti della Repsol Honda HRC a dettare legge sempre con Marquez e seguito da Daniel Pedrosa. Quest’anno, con lo spagnolo fuori dai giochi, sarà Hiroshi Aoyama a fare la seconda guida della scuderia giapponese. Il Gran Premio di Austin si preannuncia comunque spettacolare con le Honda e le Ducati che partono leggermente favorite e i piloti Yamaha pronti ad inseguire.