MotoGP 2016, Ezpeleta a Sky Sport: “Sanzioni? Ci sarà un nuovo organismo giudicante”

MotoGP 2016, Ezpeleta a Sky Sport: “Sanzioni? Ci sarà un nuovo organismo giudicante”

    Ezpeleta

    Carmelo Ezpeleta, in un’intervista esclusiva concessa a Guido Meda di SkySport per la rubrica “Passione MotoGP”, ha rivelato un’importante novità per la MotoGP 2016. Il CEO della Dorna ha ufficializzato la nascita di un nuovo organismo giudicante che lavorarà a stretto contatto con la Direzione di gara ma che avrà la funzione di rilevare possibili irregolarità e comminare le sanzioni ai piloti e team. Al numero 1 della Dorna non sono piaciute le feroci critiche piovute nel post-gara di Sepang e per questo motivo ha deciso di salvaguardare la regolarità del mondiale introducendo un nuovo organo. “La Direzione Gara gestirà l’evento – ha spiegato Ezpeleta- ma non si occuperà più degli aspetti sanzionatori. Nessun membro della Dorna farà parte di questo nuovo organismo”.

    Carmelo Ezpeleta è dunque pronto a stravolgere la struttura giudicante della MotoGP per evitare che si verifichino altre situazioni scottanti come il finale del 2015: “Si è detto sui giornali e non solo che la Dorna ha interessi commerciali, la Dorna favorisce gli spagnoli volutamente – ha spiegato il numero 1 della Dorna – Per evitare tutto questo verrà introdotto nel 2016, accanto alla Direzione gara, questo un nuovo organismo giudicante che opererà per rilevare le irregolarità in pista e comminare le sanzioni”. Ezpeleta non vuole più che si verifichino “situazioni scomode” come dopo Sepang 2015. Sicuramente questo organo, se ben agirà, sarà fondamentale per permettere il regolare svolgimento di ogni singolo Gran Premio. Il CEO della Dorna ha poi parlato del prossimo biennio della MotoGP che aprirà le porte a molti cambiamenti tecnici: “In questo mondiale abbiamo introdotto la centralina unica per tutte le moto. Questo tasto è molto delicato e l’accordo trovato è stato importante per il futuro della MotoGP. Tutti preferirebbero un mondiale libero ma quell’idea di campionato ora non è praticabile per determinati fattori. Noi speriamo di non aver fatto un passo all’indietro tornando alla centralina unica, anche se questo è un rischio possibile. Il nostro obiettivo è quello di avere una centralina competitiva per il 2017 quando entreranno in gioco la KTM e a pieno regime l’Aprilia. Insieme a Yamaha, Honda, Ducati e Suzuki si formerà un mondiale molto interessante e competitivo”. Ezpeleta, durante l’intervista rilasciata a SkySport, ha anche giudicato Valentino Rossi: “Io non lo vedo vecchio, è ancora giovanissimo rispetto a me. Valentino ha una forza mentale incredibile, ha la testa come se fosse un 22enne. È un idolo mondiale legato alla crescita della MotoGP, soprattutto per il suo valore come pilota”.

    465

    PIÙ POPOLARI