MotoGP 2017, Andrea Iannone-Suzuki: è ufficiale!

MotoGP 2017, Andrea Iannone-Suzuki: è ufficiale!
da in Andrea Iannone, Interviste MotoGP, MotoGP 2017, News MotoGP, Piloti MotoGP 2017, Suzuki MotoGP, Team MotoGP 2017
Ultimo aggiornamento:
    MotoGP 2017, Andrea Iannone-Suzuki: è ufficiale!

    MotoGP 2017 – Andrea Iannone sarà un pilota Suzuki per i prossimi due anni. Dopo la firma di Jorge Lorenzo con Ducati, il pilota di Vasto era in bagarre con Andrea Dovizioso per il rinnovo del contratto per guidare la Desmosedici anche nel prossimo biennio. Qualche errore di troppo è costato carissimo a Iannone che si è visto superare nella preferenza dal Dovi. Le porte di Borgo Panigale si sono chiuse ma non quelle della MotoGP: il giovane pilota è stato subito ingaggiato dalla Suzuki per sostituire Maverick Vinales passato alla Yamaha. Per Iannone ci sarà cosi una nuova sfida su di una moto che in netto progresso e che in questo 2016 si è tolta tante soddisfazioni. Riuscirà il pilota di Vasto a vincere in sella alla GSX-RR? La redazione di Derapate sta seguendo LIVE la gara. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    La storia d’amore tra Andrea Iannone e la Ducati si è interrotta dopo quattro anni. Il pilota di Vasto, dopo due stagioni positive in Pramac, era stato promosso nel 2015 nel team ufficiale Ducati. Nella scorsa stagione Iannone ha chiuso al quinto posto finale alle spalle delle due Yamaha e delle due Honda. Un traguardo importante e una progressione che avevano entusiasmato gli uomini in rosso. Poi, in questo 2016, tanti troppi errori hanno condizionato il suo possibile rinnovo: la scivolata di Termas de Rio Hondo, con Iannone che centra Dovizioso all’ultima curva, non è piaciuta a nessuno e da lì le parti si sono allontanate inesorabilmente. In favore di Dovizioso, oltre alla maggiore esperienza, anche le qualità come collaudatore hanno inciso per il rinnovo. Ora Iannone completerà la stagione e poi dal 2017 sarà in sella alla GSX-RR della Suzuki.

    Per il pilota italiano ci sarà dunque questa nuova sfida che potrebbe comunque regalare tante soddisfazioni al 27enne di Vasto. Ricordiamo che la Suzuki, seppur rientrata nel mondiale solo nel 2016, ha già colto un podio e tanti buoni risultati. La GSX-RR è in continuo sviluppo e la scuderia giapponese, con a capo Davide Brivio, sta lavorando duramente per avvicinarsi alle Yamaha e Honda. Le performance di questo campionato sono la dimostrazione che la Suzuki è “in scia” delle altre moto giapponesi e non sarà di certo un passo indietro per Iannone l’aver accettato di essere il pilota di punta del team nipponico. Vinales sta facendo degli ottimi risultati con la Suzuki, ma anche Iannone ha le qualità per far bene. Senza essere ‘bacchettato’ e bloccato dalla dirigenza della Ducati, riuscirà ad esprimere tutto il suo talento? solo il tempo ci dirà se la Rossa ha fatto bene a perdere Andrea Iannone.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Andrea IannoneInterviste MotoGPMotoGP 2017News MotoGPPiloti MotoGP 2017Suzuki MotoGPTeam MotoGP 2017