MotoGP, a rischio il Gran Premio del Texas per il 2013

Il Gran Premio del Texas per la MotoGP 2013 è a rischio a causa di un accordo con un promotore, poi estromesso dall'organizzazione del GP

da , il

    motogp portogallo

    Dopo i problemi incontrati nella conferma della gara del Texas nel Mondiale di Formula 1 a partire da quest’anno, pare che il circuito di Austin possa dare parecchi grattacapi anche alla MotoGP. Infatti, sembra che ci possano essere dei problemi anche per quanto riguarda il contratto con la Federazione Internazionale del Motociclismo e dunque sul GP che dovrebbe disputarsi in Texas nel 2013. Sembra che la Dorna aveva raggiunto l’accordo con Tavo Hellmund, promoter che era stato estromesso dall’organizzazione del GP. Adesso si attende l’intervento dei proprietari dell’impianto texano per la sottoscrizione di un nuovo accordo.

    Dopo l’apertura della Dorna ad un possibile GP in Texas nel 2013 e l’impegno di una leggenda delle due ruote come Kevin Schwantz, sembra che questa possibilità possa non avverarsi mai.

    La situazione sta cominciando a preoccupare anche Schwantz, che con una sua società, la 3FourTexas MGP, che si è impaegnata con tutte le proprie forze per favorire l’approdo nel calendario del Motomondiale 2013 dell’appuntamento di Austin. Proprio per cercare di risolvere la situazione, nei giorni scorsi il centauro texano avrebbe scritto una lettera a Steve Sexton, presidente dell’autodromo, proponendosi come promoter: “La sollecito ancora una volta a mettermi in contatto con il signor Tavo Hellmund, al fine di ottenere i diritti per ospitare la MotoGP. Successivamente mi piacerebbe discutere con voi della possibilità di diventare il promoter dell’evento”.

    L’ex campione del mondo della 500cc, ha poi ha aggiunto che: “Se non riusciamo ad ottenere questi diritti dalla Full Throttle, allora il Circuit of the Americas non potrà essere incluso nel calendario del Mondiale”. Immediata la risposta di Sexton: “Siamo in discussione con gli organizzatori di diversi campionati importanti. Nel 2013 contiamo di ospitare almeno tra tre e cinque eventi di livello internazionale, compreso uno di moto”.