MotoGP: Alex De Angelis ancora nel limbo

Alex De Angelis è fuori dalla MotoGP e ancora non si sa nulla su un'eventuale sistemazione di ripiego in Moto2 o Superbike

da , il

    Alex De Angelis è fuori dalla MotoGP e ancora non si sa nulla su un’eventuale sistemazione di ripiego in Moto2 o Superbike. E adesso si viene a sapere che la Ducati voleva affidargli una Desmosedici, ma ce l’affare è saltato perché il pilota sammarinese avrebbe preso tempo per poter chiudere con la Honda.

    La voglia di correre in sella a una RC212V era tale che Alex De Angelis si è lasciato sfuggire la possibilità di cavalcare una Ducati Desmosedici nella classe MotoGP. E ora che il Team Scot non può più fornirgli una Honda (a quanto pare ci sono grossi problemi di budget) le ambizioni del sammarinese devono giocoforza ridimensionarsi.

    Per la Ducati è finito fuori tempo massimo e a Borgo Panigale adesso non può più fornirgli una moto.

    C’era in ballo la Superbike, ma l’Aprilia ha deciso di affiancare a Max Biaggi il rookie inglese Leon Camier.

    Per la Moto2 c’è invece un canale aperto con il team Hayate (gli stessi che quest’anno hanno fatto correre Marco Melandri in MotoGp), ma la nuova categoria sta incontrando più difficoltà del previsto e tutto è ancora nel limbo.

    Passato il treno per Borgo Panigale, svanita la strada per Noale, a De Angelis non resta che incrociare le dita, ma le alternative sono poche: Moto2 o anno sabbatico. Il sammarinese aveva dichiarato di non voler correre nella nuova classe del Motomondiale, ma ormai c’è poco da fare gli schizzinosi. Il rischio per lui di rimanere a piedi è quanto mai reale e concreto… E pensare che la Repubblica di San Marino era anche disposta a investire direttamente del denaro pur di far correre un proprio pilota nella classe regina!