MotoGP Aragon 2013: i commenti dei piloti alla vigilia del Gran Premio [FOTO]

i commenti dei top rider della MotoGP alla vigilia del Gran Premio di Aragon

da , il

    MotoGP of San Marino   Previews

    Il Gran Premio di Aragon è pronto a dare il via alla 14sima tappa di questo appassionante campionato del mondo 2013 della MotoGP! Pista di casa degli attuali fenomeni delle due ruote che vorranno conquistare anche in questo appuntamento l’intera scena di un week-end che si presenta per la terza volta in questa stagione in terra iberica. Ottimismo per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo che nei test post-Barcellona avevano mostrato chiari segnali di crescita, che sarebbero diventati concreti già a partire da Assen.

    Leggiamo pertanto i commenti lasciati dai top rider alla vigilia di questo Gran Premio.

    I commenti partono doverosamente dal leader della classifica mondiale, Marc Marquez: “E’ bello poter tornare a correre una gara davanti ai propri tifosi! Aragon è una delle mie piste preferite, mi piace molto; Ha dei settori molto tecnici ed è necessario essere molto veloci in curva. Nelle ultime due edizioni abbiamo sempre fatto bene, quindi spero di continuare su questa strada, inoltre quest’anno abbiamo avuto già modo di provare la pista in sella alla MotoGP durante i test, quindi abbiamo dei dati utili a disposizione. Dopo la gara di Misano abbiamo avuto un buon test il lunedì, riuscendo anche ad ottenere il miglior tempo della giornata e sicuramente abbiamo alcune cose positive. Non vedo l’ora di scendere in pista questo fine settimana ad Aragon!”

    Il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo è reduce da due vittorie consecutive; un risultato notevole dopo la ritrovata forma dal suo grave infortunio sulla pista di Assen. Su una pista in cui Yamaha non sembrerebbe favorita, Lorenzo vorrebbe provare a ribaltare anche in questo caso ogni pronostico: “Sono davvero ansioso di poter correre ad Aragon perché in quella pista abbiamo fatto degli ottimi test prima del GP di Assen. In quell’occasione eravamo stati i più veloci e ora, grazie a quei test, abbiamo una moto decisamente migliore. Sono curioso di poter scoprire quale sarà il nostro attuale livello di competitività su quella pista. Fisicamente mi sento molto in forma e anche l’ultimo test di Misano è andato piuttosto bene, quindi andiamo ad Aragon con molta positività, nella speranza di poter agguantare il miglior risultato possibile.”

    Dani Pedrosa, chiude ancora un GP dietro al suo compagno di squadra. Questo risultato gli farà perdere altri punti preziosi in ottica della classifica mondiale, ma ciò che più potrebbe essere preoccupante è che il suo connazionale di casa Yamaha lo ha raggiunto al secondo posto in campionato: “Sulla pista di Aragon ho sempre fatto delle belle gare e sono ansioso ora di poter correre ancora una volta davanti al pubblico di casa. Il calore del pubblico è sempre grande e coinvolgente e ti dà grande motivazione di voler far bene! Dopo la gara di Misano abbiamo fato un test, dove siamo riusciti a trovare alcune soluzioni positive, che spero ci aiutino qui al Motorland, soprattutto in uscita di curva dove risiede appunto il nostro problema maggiore. Dovremo aspettare e vedere cosa ci riserverà la gara.”

    Alvaro Bautista: “La gara di Misano non mi ha soddisfatto perché non ho avuto la possibilità di correre come avrei voluto; mi sarebbe piaciuto regalare al Team ed allo sponsor un bel risultato. Mi sentivo incapace di poter gestire quella gara e non siamo riusciti a capire quale sia stato realmente il problema. Non avevamo fatto nessun cambio di setting rispetto alle prove eppure le sensazioni non erano le stesse e non ho avuto la possibilità di lottare per una posizione migliore. Nei test di Lunedì con lo stesso setting, abbiamo girato più veloci di quasi un secondo a conferma che la domenica qualcosa di strano è successo. Ad Aragon avremo a disposizione il nuovo materiale testato il lunedì a Misano che mi ha dato impressioni positive. Lo scorso anno abbiamo avuto molti problemi sulla pista di Aragon però quest’anno ci arriviamo con una moto più competitiva e quindi sono convinto che potremo essere veloci come nelle ultime gare. Naturalmente dovremo lavorare bene fin dalle prime prove del venerdì. La pista è particolare; a tratti veloce ed in altri lenta. Ha un rettilineo largo e lungo ed impegnativi cambi di direzione. Non è facile trovare il giusto compromesso di setting e motore. Un lato positivo di Aragon è la possibilità di poter effettuare i sorpassi in varie parti del circuito.”

    Gran Premio importante per Andrea Dovizioso che su questa pista festeggerà il suo GP n. 200 in carriera: “Non so se la pista di Aragón sarà a noi più favorevole rispetto a quella di Misano. Per me quest’anno con la Ducati ogni pista è nuova e la GP13 funziona sempre in modo diverso. Non so esattamente cosa possiamo aspettarci ma di solito Aragón è una pista dove la Ducati va abbastanza bene. Davvero non sapevo che avrei raggiunto il traguardo di 200 GP ad Aragón! E’ bello sapere di aver fatto tantissime gare nel Mondiale, ed è qualcosa di veramente importante per un pilota. Quando ero giovane, per me era semplicemente impensabile far parte del Mondiale, quindi sono contentissimo di aver raggiunto questo traguardo, anche se significa che sto invecchiando!”

    Nicky Hayden: “La pista di Aragón è davvero molto diversa da quella di Misano perché gira in senso antiorario ed ha qualche saliscendi. E’ una pista divertente con curve interessanti, anche se l’asfalto è più sconnesso rispetto al primo anno, quando abbiamo ottenuto ottimi risultati con Ducati, e questa è una cosa che non ci ha sicuramente aiutato. Mi piace correre ad Aragón, ma sappiamo che per noi non sarà una gara facile. Cercheremo di iniziare bene già da venerdì, ed ottenere un risultato migliore di quanto non abbiamo fatto nelle ultime gare.”