MotoGP Aragon 2014, Marc Marquez: “l’azzardo è stato troppo grande”

Sentiamo le parole di Marc Marquez e Cal Crutchlow dopo la gara di oggi di MotoGP ad Aragon 2014

da , il

    Una gara davvero spettacolare quella di oggi in MotoGP. Un Gran Premio di Aragona 2014 davvero emozionante, che è stato segnato dal mal tempo e da tante cadute. La più clamorosa, forse, è quella di Marc Marquez, che ha bruciato con un azzardo la sua dodicesima vittoria. Passiamo a sentire le sue parole. Marc, giornata da dimenticare? “No, non è da dimenticare perchè ho acquistato tanta esperienza con questa gara. Non era mai successa una cosa così: che inizia a piovere a metà gara. Pensavo che mancassero 3/4 giri, pensavo di stare fuori, perchè non perdevo anche tanti secondi, ma ho visto che il rischio ha superato il limite questa volta”.

    Proseguiamo con Marc Marquez. Cosa è successo in pratica? Non ti sei accorto che Pedrosa era caduto? “No, non sapevo che Pedrosa fosse caduto, per questo, vedendo anche che il tempo non era male, ho deciso di restare fuori. Perchè a rientrare ai box perdevi 60 secondi, mancavano quattro giri, ho visto che perdevo 10 secondi al giro ed ho pensato: dai che ce la facciamo, ma il rischio è stato troppo grande”.

    Peccato, davanti ai tuoi difosi e a casa tua. “Sì, si è sentito che ero a casa. Abbiamo fatto, però, un bel weekend ed è questo l’importante”.

    GUARDA LE FOTO DELLA CADUTA DI VALENTINO ROSSI

    L’intervista prosegue con il sorprendente Cal Crutchlow. Perfetto, ma inaspettatamente. “Eh, non inaspettato in queste condizioni, perchè già questa mattina mi ero accorto che avevamo un buon passo nel warm up sotto alla pioggia. Non avevo spinto troppo, ma mi sentivo molto a mio agio. Ma negli ultimi giri è stato piuttosto spaventoso, perchè avevo la gomma hard sia davanti che dietro sul bagnato. Ma ero conteto e fiducioso per il passo che avevamo dimostrato sull’asciutto. Eravamo un pochino meglio rispetto all’ultimo weekend, quindi un ottimo lavoro della Ducati: grazie mille a loro. Non hanno mollato, così come anche io sto continuando a lavorare con loro. Questo è un buon team ed abbiamo lavorato duro per questo risultato”.

    Hai fatto uno sprint finale? “Sì, certo. Eh…siamo arrivati vicini, ma alla fine Aleix mi ha fregato!”.

    In ottica futura quanto è importante questo risultato per te e per il tuo team? “Senz’altro è molto importante. Credo che questa volta abbiamo fatto un weekend migliore per il passo sull’asciutto. Non ancora abbastanza veloce, non ancora veloce quanto Dovizioso e Iannone che stanno andando davvero molto bene. Cerco di avvicinarmi un po’ a loro, cosa che ho fatto. In gara avevo una sensazione un po’ strana con la gomma posteriore, che ha cominciato a pattinare fin dall’inizio della gara, ma sono riuscito comunque a rimanere in battaglia e sono contento di questo. Sono rientrato al momento giusto e sono riuscito ad arrivare sul podio”.

    MotoGP Aragon 2013, paddock Girls