MotoGP Aragon 2014: statistiche, numeri e curiosità [FOTO]

Tutte le statistiche, i numeri e le curiosità del gran premio di Spagna per la MotoGP 2014 ad Aragon

da , il

    Vediamo statistiche, numeri e curiosità della MotoGP 2014 ad Aragon. In attesa dell’inizio ufficiale del nuovo appuntamento del campionato 2014, abbiamo voluto analizzare diversi dati interessanti che sono emersi dopo la gara di Misano Adriatico. Statistiche e molte curiosità che forse anche i più esperti del settore non ne erano a conoscenza. Del weekend di San Marino tutti si ricorderanno della bellissima vittoria di Valentino Rossi ma non dei record raggiunti o mancati da altri piloti. Ecco a Voi una dettagliata ricerca con tutti i dati più particolari e significativi del MotoMondiale 2014. Per seguire LIVE in diretta web la gara, BASTA CLICCARE QUI!

    L’ULTIMO CASCO DI VALENTINO ROSSI

    Partiamo con le pole position. Jorge Lorenzo, a Misano, ha ottenuto la sua 30° pole position nella classe MotoGP, tutte conquistate in sella alla Yamaha. Grazie a questo risultato è diventato il pilota con maggiori pole della storia della scuderia.

    Come dicevamo in precedenza, la vittoria del Dottor Rossi è ancora fresca nella mente di tutti i tifosi e appassionati. Molti non sanno che l’italiano ha fermato una sequenza di ben 23 successi consecutivi di piloti spagnoli. Il monopolio iberico è stato possibile grazie alle 16 vittorie di Marquez, 5 di Lorenzo e 2 di Pedrosa. Per colpa di Valentino Rossi la Spagna non è riuscita a superare il record degli Usa. Il record, che era fermo a 28 grazie ai successi degli anni 82/85 di Freddie Spencer, Kenny Roberts, Eddie Lawson e Randy Mamola, non è stato quindi battuto.

    Un altro dato curioso arriva dai podi di Misano. I primi due piloti, in tutte e tre le gare di Misano, sono stati compagni di squadra. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo in MotoGP, Tito Rabat e Mika Kallio in Moto2 e Alex Rins e Alex Marquez in Moto 3. Non succedeva questo evento dal 1996 in Olanda.

    Dominque Aegerter, pilota della Moto 2, è l’unico pilota ad aver partecipato a tutte le 81 gare della categoria da quando è stata introdotta nel 2010.

    Il giorno della gara ad Aragon, Domenica 28 Settembre, sarà esattamente 28 anni dopo l’ultima corsa di Angel Nieto ad Hockenheim.

    Tornando alla Moto 2, c’è un pilota che si sta mettendo in mostra. Si tratta di Tito Rabat. Il pilota spagnolo ha conquistato la decima vittoria nella categoria eguagliando Pol Espargarò. Solo un pilota ha fatto meglio di lui nella storia della categoria e si tratta del campione del mondo in carica della MotoGP, Marc Marquez. Il cannibale della Honda è a 16 successi.

    Al GP di San Marino, Tito Rabat è diventato inoltre il terzo pilota, insieme a Toni Elias e Marc Marquez, a far segnare tre o più vittorie consecutive nella classe Moto2.

    Valentino Rossi: “non mi pento del no alla Ferrari” CLICCA QUI!

    I Gran Premi di Spagna sono stati terra di conquista dei piloti di casa nelle ultime edizioni. Nelle ultime nove gare infatti, sono saliti sul gradino più alto del podio solo piloti iberici. L’ultimo successo di un pilota fuori confine è nel 2012, quando ad Jerez si impose Casey Stoner nella classe MotoGP.

    Infine due dati su dei piloti italiani. Andrea Migno, che ha chiuso 8° nel Gp di San Marino e della Riviera Romagnola, è il 50°esimo pilota a far segnare punti nella classe Moto3 da quando fu introdotta nel 2012. Mentre Andrea Dovizioso, quarto a Misano, ha chiuso la sua gara a 5.510 secondi da Valentino Rossi. Quello centrato da Dovizioso è il minor distacco ricevuto dal vincitore, da quando il Dovi è passato in Ducati nel 2013. La Rossa di Borgo Panigale sta tornando, piano piano, ad avvicinarsi ai colossi Honda e Yamaha.

    MotoGP Aragon 2013, paddock Girls