MotoGP Aragon 2014, Valentino Rossi: “la mia gomma non funzionava”

Parlano dopo le qualifiche di MotoGP ad Aragon 2014 i piloti della Yamaha team Movistar

da , il

    Un weekend piuttosto difficile per le Yamaha del team Movistar in MotoGP ad Aragon 2014. La qualifica è stata davvero sudata per Valentino Rossi, che ha dovuto fare anche la Q1, per poi piazzarsi in seconda fila, al sesto posto. Deluso, invece, Lorenzo, che sperava di averne un po’ di più e si è dovuto accontentare del settimo piazzamento. Per domani i piloti Yamaha contano di fare meglio. In questo articolo abbiamo raccolto le dichiarazioni di Lorenzo e Rossi; qui trovate le parole di Marquez e Pedrosa; in questo articolo ci sono le dichiarazioni di Iannone e Dovizioso. Per seguire LIVE in diretta web la gara, BASTA CLICCARE QUI!

    Parla Jorge Lorenzo. Purtroppo sembra che la situazione non sia molto migliorata. “Beh, abbiamo migliorato un po’ la moto, però la verità è che gli altri hanno girato su tempi incredibili. 1:47 e 1 è un tempone (quello di Marquez, n.d.r.). Noi abbiamo fatto un buon giro, più lento dell’anno scorso, però abbiamo migliorato rispetto a ieri. Però peccato perchè oggi ci hanno dato due pneumatici che erano difettosi: uno per la mattina e, dopo, il secondo nelle qualifiche. Nella seconda prova del tempo veloce lo pneumatico era difettoso. Anche la costanza nel rendimento dello pneumatico non è buona. E non è la prima volta che succede: è un peccato”, commenta sconsolato.

    Per la gara? “Penso che possiamo migliorare il ritmo e migliorare la nostra posizione di oggi. Sicuramente non siamo all’altezza di Marc e di Pedrosa, per esempio. Le Ducati vanno molto forte e non sarà una gara facile. Penso che possiamo fare molto meglio di quella settima posizione”.

    Il microfono passa a Valentino Rossi. Vale, pneumatico difettoso anche per te? “Mah, io questa mattina purtroppo quando sono entrato per migliorare il mio tempo e stare nei 10, la mia gomma non funzionava…oramai casco e me la metto per cappello! Sfortunatamente ho dovuto fare anche la Q1, però dai, alla fine abbiamo fatto una buona strategia e partiamo in seconda fila. Considerando che avevo solo una gomma nuova per la Q2, non è male. E’ stato difficile fin dalle prove qui e stiamo cercando di fare il massimo per mettere a posto la moto, che in questa pista è un po’ difficile da guidare perchè non abbiamo abbastanza grip. Però dai, non siamo lontani se togliamo le due Honda Repsol che fanno un altro sport”.

    Che sport fanno? “Una MotoGP dove si va un po’ più forte”, risponde ridendo.

    Previsioni gara, al di là di tutto e considerando questo recupero con un colpo di reni. Ci sono delle buone possibilità? “Mah guarda, secondo me domani ci sono Marquez e Pedrosa, invece per il terzo posto ci sono tanti. Ci siamo io e Jorge, secondo me, ma ci sono anche le Ducati con Iannone e Dovizioso…c’è Pol Espargarò, Crutchlow, che anche non è andato male. Quindi sarà una bella battaglia per l’ultimo posto sul podio”.

    Le altre Yamaha hanno usato la gomma più dura di voi davanti. “Sì, c’è ancora un dubbio per quanto riguarda la gomma davanti, perchè siamo più o meno lì. Il crossover tra una e l’altra è molto vicino, quindi anche per quanto mi riguarda la scelta è ancora aperta: si potrebbe correre sia con la dura che con la morbida. Bisogna aspettare domani e la temperatura della pista”.

    MotoGP Aragon 2013, paddock Girls