MotoGP Aragon 2016, Valentino Rossi: “Peccato per il sorpasso finale”

da , il

    Valentino Rossi ha chiuso il MotoGP Aragon 2016 al terzo posto. Il pilota della Yamaha, partito dalla seconda fila, è riuscito subito a rimontare e portarsi anche in testa al GP nella prima parte di gara. Il “Dottore” però non è riuscito a scappare via ed è stato raggiunto dai rivali. Prima ha subito il sorpasso di Marc Marquez, poi è arrivato nel finale anche quello di Jorge Lorenzo. Al penultimo giro i due piloti della Yamaha sono stati in bagarre per il secondo posto e un lungo di Valentino Rossi ha spianato la strada al campione del mondo in carica. Con questo risultato, unito alla vittoria di Marquez, il pilota di Tavullia è ora scivolato a -52 in classifica generale, troppi punti per pensare di riuscire a conquistare il decimo titolo iridato in carriera in questa stagione.

    “Abbiamo iniziato con un assetto diverso per provare a spingere nella seconda parte di gara – ha spiegato Valentino Rossi nel parco chiuso della MotoGP – purtroppo non è stato cosi, perchè slittavo molto. Anche Jorge Lorenzo aveva un po’ lo stesso problema ma slittava meno rispetto a me. Sorpasso finale fallito? ci ho provato e ho sbagliato. Ero vicino a Jorge, ma dopo 50 metri dalla frenata ho capito che non ce l’avrei fatta e ho evitato di centrarlo per cadere entrambi. Sicuramente sarebbe stato affascinante fare quella manovra (ride ndr) però a parte gli scherzi l’unica soluzione era andare lungo. Peccato perchè potevo fare secondo oggi”. Valentino Rossi ha poi analizzato il finale di stagione e e ciò che manca alla Yamaha: “Bisogna lavorare maggiormente perchè sono sette gare che la Yamaha non vince un Gran Premio – ha concluso il Dottore – la Honda ha fatto dei progressi ed è più guidabile nell’avantreno, mentre noi abbiamo delle difficoltà. Io e Lorenzo lotteremo ormai solo per il 2° posto in classifica pilota ma siamo comunque in corsa per il titolo mondiale costruttori e team. La Yamaha dovrà fare dei progressi in vista del trittico asiatico che ci sarà ad Ottobre. Sono circuiti belli dove spesso siamo stati competitivi e mi auguro che lo saremo anche quest’anno”.