MotoGP Aragon: Rossi soddisfatto delle libere

Valentino Rossi è contento del venerdì al Motorland Aragon, circuito sul quale ha ottenuto un sesto posto nelle prime prove libere (sull’asciutto) e un quarto nelle seconde (sul bagnato)

da , il

    Valentino Rossi - GP Aragon 2010

    Al Motorland Aragon il nostro Valentino Rossi ha chiuso le prove libere del pomeriggio in quarta posizione – dietro l’altra Yamaha di Jorge Lorenzo e le Ducati di Casey Stoner e Nicky Hayden – ma è comunque soddisfatto di questo venerdì aragonese: l’unico problema è il fastidio che continua a sentire alla spalla destra infortunata.

    Il pilota di Tavullia, che nelle prove mattutine aveva chiuso sesto, si è detto particolarmente soddisfatto della sua prestazione pomeridiana sulla pista bagnata.

    Sono molto contento di avere quattro sessioni di nuovo qui, specialmente oggi poiché abbiamo potuto provare la moto sia su asciutto che su bagnato,” ha dichiarato Valentino Rossi, “Abbiamo raccolto molte informazioni: questa mattina sull’asciutto ho concluso sesto, ma nel pomeriggio su pista bagnata sono risultato quarto ed ero molto contento, perché è passato tanto tempo dall’ultima volta che ho corso in questa condizione.”

    Valentino Rossi è contento del venerdì Motomondiale al Motorland Aragon, circuito sul quale ha ottenuto un sesto posto nelle prime prove libere (sull’asciutto) e un quarto nelle seconde (sul bagnato).

    Rossi continua però a sentire però dolore alla spalla, tanto che ha deciso di operarsi a stagione conclusa, mentre la gamba fratturata nell’incidente del Mugello non gli ha dato nessun problema.

    Dobbiamo migliorare il setting perché non siamo al meglio, ma sono contento di questo inizio. La mia gamba è davvero a posto ora, ma la spalla mi sta dando problemi, e sappiamo che dobbiamo gestire la situazione in questo modo fino al termine della stagione,” ha concluso il campione del mondo MotoGP in carica, “E’ più facile sul bagnato per la spalla, ma vorrei comunque correre sull’asciutto perché questo tracciato è divertente da guidare.”

    Foto AP/LaPresse