MotoGP Argentina 2014, anteprima: la prima volta sul circuito di Rio Hondo

Domenica si corre la terza prova del Mondiale 2014 e il circus fa tappa per la prima volta nella storia sul nuovissimo circuito Termas de Rio Hondo

da , il

    motogp 2014 argentina anteprima circuito

    Sarà un assoluto inedito la terza gara del Mondiale 2014 di MotoGP. In programma c’è infatti il Gran Premio d’Argentina, ma non si correrà come in passato sul circuito di Buenos Aires, bensì al Termas de Rio Hondo, pista costruita nel 2007 e che finalmente, dopo un infinito iter burocratico, è ora pronto a ospitare per la prima volta nella storia una tappa del motomondiale. C’è grande attesa, dunque, per capire a chi questa nuova pista argentina sarà più congeniale, per capire se Bridgestone avrà risolto i problemi alle gomme riscontrati ad Austin, per capire se c’è davvero qualcuno in grado di tenere testa a Marc Marquez o se lo spagnolo può volare indisturbato verso il bis iridato.

    motogp 2014 argentina anteprima circuito 2

    Doveva far parte del calendario del motomondiale già lo scorso anno ed era anche stato presentato ufficialmente, ma per una serie di problematiche di tipo burocratico e politico, il circuito argentino Termas di Rio Hondo solo quest’anno potrà esordire nel programma del Mondiale, dopo l’ok ricevuto dalla Fim e la conseguente omologazione.

    Situata a 6 km dalla città di Rio Hondo, nella provincia di Santiago del Estero, la pista è stata costruita nel 2007 e poi riprogettata dal progettista italiano Jarno Zaffelli al fine di poter appunto ospitare anche una gara del motomondiale. Lo scorso anno su questo circuito si è svolta una due giorni di test cui hanno partecipato alcuni piloti di MotoGP (Bautista, Bradl e Crutchlow) e Moto 2, ma in sostanza sarà la prima volta per tutti quanti i protagonisti del Mondiale.

    Partono dunque tutti alla pari? Difficile dirlo, specie se pensiamo allo strapotere mostrato da Marc Marquez nelle prime due gare dell’anno, in cui ha fatto bottino pieno volando a 50 punti in classifica generale. E lo spagnolo ha già dimostrato di non essere affatto in difficoltà quando incontra piste nuove, basti vedere cosa ha combinato un anno fa ad Austin, centrando la sua prima vittoria in MotoGP. Resta dunque lui il grande favorito, ma i vari Pedrosa, Lorenzo e Rossi proveranno quanto meno a rendergli la vita difficile.

    Il più atteso è Jorge Lorenzo, dopo il disastroso avvio di stagione con la caduta in Qatar all’esordio e la clamorosa falsa partenza di Austin: riuscirà il vice campione del mondo in carica a ritrovarsi dopo un inizio da dimenticare?

    Quanto a Valentino Rossi, c’è da capire se insieme al suo team è riuscito a capire il perché dell’estremo degrado della gomma anteriore accusato in Texas. Se Silvano Galbusera è venuto a capo del problema, allora anche il Dottore potrà dire la sua a Rio Hondo. Più che team e piloti, toccherà però a Bridgestone far vedere se le gomme messe a disposizione saranno migliori e più affidabili rispetto a quanto visto nel Gran Premio delle Americhe (non solo Rossi ha accusato problemi di degrado all’anteriore): per la trasferta argentina la casa fornitrice di pneumatici ha deciso di portare la mescola dura.

    [sondaggio id="437"]

    CLASSIFICA MONDIALE DOPO DUE GARE

    1 Marc MARQUEZ Honda 50

    2 Dani PEDROSA Honda 36

    3 Valentino ROSSI Yamaha 28

    4 Andrea DOVIZIOSO Ducati 27

    5 Aleix ESPARGARO Forward Yamaha 20

    6 Andrea IANNONE Ducati 15

    7 Stefan BRADL Honda 13

    8 Nicky HAYDEN Honda 13

    9 Bradley SMITH Yamaha 11

    10 Pol ESPARGARO Yamaha 10

    Paddock Girls GP Cina F1 2014

    MotoGP 2017: a quale pilota assomigli? Fai il nostro TEST!

    Domanda 1 di 10

    Semaforo ROSSO: in attesa del verde, cosa fai?