MotoGP Argentina 2015, anteprima: Marquez pronto a tornare leader

Anteprima del Gran Premio Red Bull di Argentina, terza prova del Mondiale MotoGP 2015 dal tracciato di Termas de Rio Hondo, Argentina

da , il

    Non c’è sosta per il Mondiale MotoGP 2015. Si ritorna in pista a Termas de Rio Hondo, Argentina. Si riparte dall’1-1 tra Rossi e Marquez nella sfida per il titolo mondiale alla quale vuole però partecipare anche la Ducati con Dovizioso e Iannone che tanto bene ha fatto nelle prime due prove ben consci però che ulteriori podi porteranno alla progressiva riduzione degli aiuti regolamentari. Sarà della partita sicuramente anche Jorge Lorenzo dopo la bronchite che lo ha frenato in quel di Austin. L’anno scorso qui vinse Marquez partendo dalla pole, quest’anno sarà totalmente diversa perchè i suoi avversari sono più agguerriti che mai. Prepariamoci dunque ad un altro weekend nel quale ne vedremo delle belle, meteo permettendo. Per vedere il LIVE della gara della MotoGP Argentina 2015, BASTA CLICCARE QUI.

    Aspettative

    E’ un po’ come ripartire da zero. I dati ci sono già dall’anno scorso ma siamo soltanto alla seconda edizione del Gran Premio di Argentina su questo tracciato quindi tutto può succedere. Si riparte come detto dall’1-1 nella sfida mondiale tra Valentino Rossi, leader della classifica, e Marc Marquez campione in carica. Occhi puntati su loro due e sulla Ducati che tanto bene ha fatto nelle prime due gare. Attenzione però al ritorno di Jorge Lorenzo che, smaltiti gli acciacchi texani, può essere anche lui della partita per la vittoria o per il podio. Redding e Pol Espargarò dopo gli screzi su twitter per il crash nel primo giro hanno l’occasione per rifarsi della sfortuna e saranno la sorpresa della gara insieme alle Suzuki. Continuerà il trend negativo di Aprilia anche se il punticino in Texas può aver portato un po’ di sorrisi in quel di Noale.

    Il tracciato

    L’autodromo di Termas de Río Hondo è un autodromo situato a Termas de Río Hondo, Argentina. Costruito nel 2007, ha ospitato le classi TC2000, Turismo Carretera e Formula Renault. La pista era stata pianificata anche per l’uso nel Campionato mondiale di motociclismo del 2013, per il Gran Premio motociclistico d’Argentina poi posticipato al 2014 per questioni politiche internazionali tra Repsol YPF e il Governo Argentino.

    Dopo una completa riprogettazione e ricostruzione da parte del progettista italiano Jarno Zaffelli, nel 2013 il circuito ha ospitato i test ufficiali della MotoGP e il round 15 e 16 del World Touring Car Championship, avendo ricevuto le omologhe della Federazione Internazionale di Motociclismo e della Federazione Internazionale dell’Automobile nel Maggio 2013.

    Il 27 aprile ha ospitato la gara valida per il motomondiale 2014: i vincitori sono stati Romano Fenati, Esteve Rabat e Marc Márquez rispettivamente in Moto3, Moto2 e MotoGP.

    Il tracciato misura 4806 metri e conta 14 curve, il record della pista appartiene a Dani Pedrosa in 1’39″233.