MotoGP Argentina 2015, Valentino Rossi: “contatto? ha sbagliato Marquez”

MotoGP: interviste dei piloti nel post gara del Gran Premio d'Argentina 2015. Ecco le parole dei protagonisti della gara argentina.

da , il

    Valentino Rossi ha conquistato il Gran Premio Argentina e la vittoria numero 110 in carriera. Per il ‘Dottore’, dopo una qualifica difficile, è riuscito la grande impresa di rimontare in gara. Dopo una buona partenza è riuscito a superare diversi piloti fino a portarsi in seconda posizione dietro a Marc Marquez. Il pilota della Yamaha, giro dopo giro, ha mangiato ben cinque secondi allo spagnolo fino alla bagarre e il contatto del penultimo giro che ha messo ko il campione del mondo in carica. Girate le pagine per leggere l’intervista di Valentino Rossi che spiega la dinamica del contatto e la gioia per l’ennesima vittoria conquistata in carriera e quella di Andrea Dovizioso, secondo al traguardo per la terza volta in stagione.

    Rossi: contento per il successo

    “Questa è una vittoria molto importante – ha esordito Valentino Rossi- abbiamo fatto un’ottima scelta per quanto riguarda i pneumatici che ci ha concesso l’opportunità di recuperare in gara. Avevo un bel distacco da Marquez ma sono riuscito a ridurlo e portarmi a ridosso dello spagnolo. Mi spiace per il contatto ma alla fine ha sbagliato lui. Quando ho tentato il primo attacco c’è stato un contatto, poi mi è venuto subito sotto ed è caduto. Mi spiace perchè avrei voluto battagliare con lui. In ottica campionato è una bella vittoria perchè dopo tre gare ne ho già vinte due. Dobbiamo continuare cosi e lottare su ogni tracciato. Sono molto contento e ringrazio il mio muretto per aver azzeccato le scelte sui pneumatici.”

    In seconda posizione in Argentina si è insediato Andrea Dovizioso. Il pilota della Ducati ha mostrato ancora una volta di aver le carte in regola per puntare con costanza al podio in questo 2015. Ecco le parole del pilota della Rossa: Valentino Rossi era più veloce di me in curva e perdevo circa un decimo in alcuni punti. Ovviamente alla lunga ho fatto fatica a stargli dietro ma arrivare ancora secondi è un grande traguardo. La Desmosedici GP15 è stata molto buona anche su qeusto tracciato e penso che si stia lavorando nella direzione giusta. Ringrazio il muretto e gli uomini in fabbrica per il buon lavoro fatto in questo inizio di campionato.”