MotoGP Argentina 2017, Jorge Lorenzo ottimista: “Trovato qualcosa di importante”

MotoGP Argentina 2017, Jorge Lorenzo ottimista: “Trovato qualcosa di importante”

Il maiorcano non è contento del risultato delle qualifiche ma confida di aver trovato una soluzione ai suoi problemi di adattamento.

    MotoGP Argentina 2017, Jorge Lorenzo ottimista: “Trovato qualcosa di importante”

    Jorge Lorenzo ha concluso le qualifiche MotoGP Argentina 2017 al sedicesimo posto. Per il pilota della Ducati un risultato deludente che lo costringerà ad una nuova rimonta durante la gara. L’ex pilota della Yamaha, dopo essersi ritrovato a lottare in Q1 per la pioggia scesa durante le Prove Libere 3, non è riuscito a qualificarsi nella Q2 e sarà costretto a partire nelle retrovie. Lo spagnolo è parso comunque ottimista in vista della gara: “Abbiamo trovato qualcosa di importante nelle Prove Libere 3 e domani potremo fare meglio su pista asciutta perchè non abbiamo potuto provarla bene con la pioggia”, sono state le parole del maiorcano. Il team italiano ha lavorato nuovamente all’ergonomia della moto, in particolare alla sella, per renderla più simile a quella che Lorenzo utilizzava in Yamaha. Domani, durante il warm up, Lorenzo proverà nuovamente questa soluzione con la speranza di aver trovato il bandolo della matassa. La redazione di Derapate sta seguendo la gara della MotoGP Qatar 2017. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    “Oggi ho avuto sensazioni positive, peccato per la classifica – ha continuato Lorenzo – devo ammettere che su pista bagnata ho avuto sensazioni migliori che le ultime due stagioni in Yamaha. La moto è competitiva su questo tracciato e tanti clienti sono nelle prime posizioni. Domani, se la pista sarà asciutta, proveremo nuovamente le soluzioni testate nelle prove libere 3″. Sabato da dimenticar anche per Andrea Dovizioso, eliminato in Q1. Il pilota italiano ha cosi commentato: “Siamo un po’ al limite e speravamo di partire qualche fila più avanti. Domani dovremo lavorare duramente nel warm up per essere pronti per il Gran Premio”. A sorpresa, la miglior Ducati GP17 in pista è stata quella di Petrucci, quarto: “Un bel risultato ma speravo di cogliere la prima fila – ha spiegato il pilota della Pramac – ci ho provato ma forse dovevo azzardare di usare le gomme nuove qualche minuto più tardi. Domani dovrò partire bene per stare con i primi. Sono fiducioso”. Chi continua ad accusare problemi è Andrea Iannone.

    Il pilota di Vasto, in sella alla Suzuki, non è andato oltre al 12° tempo in qualifica. L’ex Ducatista è parso polemico: “Ho problemi con le gomme come del resto ho detto già più volte – ha spiegato il numero 29 della MotoGP – Dobbiamo lavorare per mantenerle più stabili. Non capisco perchè la Safety Commission abbia deciso di non utilizzare la nuova gomma che aveva portato la Michelin. Ieri potevo andare a sentire i motivi ma stavo lavorando e alla fine l’abbiamo presa in quel posto”.

    461

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI