MotoGP Assen 2014, anteprima: Valentino Rossi ci riprova in Olanda

Si torna in pista ad Assen per l'Università del motociclismo

da , il

    L’ottava tappa del Mondiale 2014 MotoGP si corre in Olanda e come da tradizione ad Assen si gareggia di sabato, quindi tutto anticipa di un giorno. Giovedì prove libere, venerdì qualifiche e sabato la gara. Marc Marquez va a caccia dell’ottavo successo consecutivo da inizio stagione dopo il trionfo di due settimane fa a Barcellona, mentre Valentino Rossi proverà a bissare la vittoria di un anno fa qui nella “Cattedrale del motociclismo”. Per seguire il LIVE delle qualifiche BASTA CLICCARE QUI!

    Obiettivo salire sull’ottovolante per Marc Marquez: lo spagnolo della Honda cerca ad Assen, in quella che per tutti è la “Cattedrale” o anche l’”Università” del motociclismo, l’ottavo successo consecutivo da inizio stagione per proseguire a suon di record un’annata fin qui davvero perfetta. Marquez è reduce da un’altra vittoria sofferta: al Mugello aveva dovuto combattere con Jorge Lorenzo, mentre due settimane fa a Barcellona sono stati Valentino Rossi e Dani Pedrosa a contendergli la vittoria fino all’ultima curva. Fatto sta che alla fine vince sempre lui e che sulla pista olandese il Cabroncito può già vantare tre successi tra 125 e Moto2.

    Un anno fa fu trionfo di Valentino Rossi ad Assen: un trionfo che ruppe il lunghissimo digiuno di vittorie del Dottore che durava addirittura dal 2010. Una gara perfetta quella di Valentino che riuscì a vincere pur partendo dalla quarta piazza in griglia. Inutile dire che l’obiettivo di Rossi è quello di bissare quel successo: perché vincere ad Assen ha sempre un sapore particolare, perché sarebbe la prima affermazione stagionale, perché Vale si confermerebbe come il più accreditato rivale di Marquez nella lotta per il titolo (attualmente è secondo in classifica a 58 punti dallo spagnolo). Non sarà ovviamente facile, perché Marquez ha sempre una marcia in più, ma le otto vittorie in carriera sullo storico circuito olandese vorranno pur dire qualcosa.

    Attesi per differenti motivi Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa: il primo, proprio un anno fa qui ad Assen, compromise la propria stagione con una spettacolare caduta nelle libere del giovedì che gli costò la frattura della clavicola. Lo spagnolo corse però a operarsi a Barcellona e tornò incredibilmente in Olanda per la gara: partendo 12esimo finì quinto vincendo la battaglia col dolore. Lorenzo ha vissuto un inizio di stagione a dir poco travagliato e la classifica iridata è ormai compromessa, ma siamo sicuri che la sua voglia di “vendicare” Assen 2013 sarà tanta.

    Pedrosa avrà invece voglia di ribadire che, come a Barcellona, anche lui può dare fastidio a Marquez: al Montmelò solo un errore all’ultimo giro gli ha impedito di battersi per la vittoria fino in fondo, ma finalmente Dani è riemerso dall’anonimato, ha recuperato dai problemi al braccio e ha lottato per le posizioni che competono a lui e alla sua Honda. Ad Assen vorrà riconfermarsi e, se possibile, anche migliorarsi.

    Detto dei quattro big, per quanto riguarda gli altri, sarà la solita battaglia per accaparrarsi la miglior posizione possibile dalla quinta in giù. Andrea Dovizioso vuole confermarsi migliore degli “altri”: l’italiano della Ducati è sempre entrato nei primi dieci nelle gare disputate quest’anno ed è attualmente quinto in classifica generale. Al contrario il suo compagno di scuderia Cal Crutchlow cerca ancora il primo acuto di una stagione che fin qui gli ha regalato solo delusioni.

    Fratelli Espargaro, Bradl, Bautista e Smith pronti a dare battaglia e spettacolo, mentre il nostro Danilo Petrucci è finalmente pronto al rientro dopo l’infortunio al polso rimediato a Jerez e riprenderà il proprio posto in sella alla Ioda.