MotoGP Assen 2015: le Pagelle del Gran Premio d’Olanda

MotoGP: Le Pagelle della Gara

da , il

    Eccoci qui. Dopo un gran premio della MotoGP Assen 2015 che segna un nuovo capitolo della rivalità tra Valentino Rossi e Marc Marquez, è giunto il momento di leggere le pagelle del Gran Premio d’Olanda, ottavo atto del mondiale della classe regina. Una gara emozionante, con un finale che entrerà di diritto nella storia di questo sport. Sfogliate le pagine per leggere i promossi e i bocciati di questa gara ad Assen.

    Pagelle

    Valentino Rossi 10: weekend fantastico per il Dottore con pole e vittoria come non gli capitava da Misano 2009. Spezza il ritmo di Lorenzo prendendo esempio proprio dal maiorchino e allunga in classifica a +10 proprio sul suo compagno di box. Conferma di essere un osso duro per tutti quando c’è da far bagarre e sportellate ma è sempre il numero 1. LEGGENDA

    Marc Marquez 9: lui si sente il vincitore morale della gara ma il risultato comunque gli permette di fare un balzetto in classifica mondiale. Non cade, ed è già qualcosa visto l’andamento delle ultime gare, ma conferma la bontà del lavoro svolto nei test post gara a Barcellona. Prova il sorpasso della disperazione all’ultima curva ma gli va storta. MASTINO

    Jorge Lorenzo 8: come la casella dalla quale partiva. Parte a fionda per non perdere il treno Rossi-Marquez e quasi ci riesce per i primi giri. Weekend abbastanza complicato per lui ma chiuso con un onorevole terzo posto che lo manda a -10 dal suo compagno di box. E’ lui l’avversario più ostico per Rossi quest’anno. TESO

    Pagelle

    Andrea Iannone 7,5: la migliore Ducati al traguardo. Conferma il trend positivo in contrasto con quanto accade al suo omonimo portandosi a casa un bel quarto posto in un weekend complicato anche per la Ducati. Tiene botta al terzo posto in campionato dietro alle due imprendibili Frecce Blu ma davanti a Marquez. MANIAC JOE

    Loris Baz 7: vince il premio di migliore Open al traguardo e giustamente scatta una foto ricordo. Conferma il suo feeling con la pista olandese come ai tempi della Superbike e si permette il lusso di stare davanti a piloti ben più esperti di lui in MotoGP. BAZOOKA

    Dani Pedrosa 6,5: rimedia con un 8° posto ad una partenza non perfetta dalla casella 4 che lo fa sprofondare al 12° posto. Non è al meglio per via di un dito malconcio ma si fa valere nelle bagarre con il gruppone. CAMOMILLO

    Cal Crutchlow 6,5: gara onesta per il pilota britannico che si ritrova a fare i conti con il suo ex vicino di box Dovizioso. La battaglia la vince proprio Crutchlow chiudendo poi la gara al sesto posto. Epica la scena post warm up quando impreca dietro ai fratelli Espargarò. MITO

    Aleix Espargarò 5,5: il secondo posto in prova faceva ben sperare per una gara diversa. La dura realtà è che anche ad Assen la Suzuki ha faticato non avendo il passo per stare con le Yamaha Tech 3. SPRECONE

    Marco Melandri s.v.: riesce nell’impresa di risultare l’unico doppiato della gara. Marco e l’Aprilia sembrano su due pianeti totalmente diversi e per il suo bene è meglio che dica addio al più presto per evitare altre figuracce.