MotoGP Assen 2016, Iannone: “Siamo davanti ma non ancora al top”

da , il

    Andrea Iannone ha iniziato il weekend che porterà al Gran Premio di Assen 2016, nel migliore dei modi. Il pilota di Vasto, in sella alla sua Ducati Desmosedici, ha conquistato i due turni di prove libere del Venerdi dimostrando di aver un ottimo passo in vista del GP. La sua gara sarà molto difficile, dovendo partire dall’ultima posizione in seguito alla penalità ricevuta dopo l’incidente di Barcellona con Lorenzo, ma potrebbe lo stesso raggiungere un buon risultato. Ecco l’intervista del Ducatista dopo il Venerdi di prove libere olandese. La redazione di Derapate sta seguendo LIVE in diretta web la gara della MotoGP Assen 2016. CLICCA QUI PER LA DIRETTA!

    “Anche se siamo davanti, sento di avere grandi limiti sulla moto – ha analizzato il pilota italiano – la Desmosedici è veloce, come lo è stata quasi sempre in stagione, ma poi alla lunga in gara abbiamo qualche limite. Qui per esempio abbiamo un problema nei cambi di direzione perchè la moto tende ad andare verso l’esterno e ci penalizza”. Un Andrea Iannone che vuole di più in vista del proseguo del weekend: “partire bene al Venerdi fa sempre bene – ha continuato – però vorrei di più per guidare meglio. Noi dobbiamo toccare sempre il freno per fare i cambi di direzione, mentre gli altri riescono a farlo senza”. Iannone, come di consueto ha punzecchiato Dovizioso: “Lui ha detto che ha sofferto di chattering, ma quello c’è per tutti ma c’è chi si lamenta e chi no”. Il pilota della Ducati infine ha analizzato quello che potrebbe accadere in gara: ” Se alla prima curva tutti si spostano mi fanno un favore – ha scherzato il ducatista – un buon inizio sarà fondamentale, magari saltando le prime due file subito”. Andrea Iannone sarà costretto ad una gara in rimonta, ma potrebbe riuscire a fare un buon risultato anche in considerazione del buon Venerdi svolto. Domani i piloti della MotoGP torneranno in pista della ore 09.55 per il terzo e decisivo turno di libere, riuscirà “TheManiac” a stare ancora davanti a tutti con la sua Ducati Desmosedici?