MotoGP Assen 2016, Valentino Rossi fa mea culpa: “Sono stato un somaro”

da , il

    Il Gran Premio di Assen 2016 ha regalato mille emozioni inaspettate. Uno dei grandi protagonisti, prima in positivo poi in negativo, è stato Valentino Rossi. Il Dottore ha sbagliato sul più bello, quando la vittoria sembrava ormai alla portata di mano. A tradire il pilota di Tavullia è stata la foga di vincere e di recuperare terreno in classifica generale. Un ritiro e uno zero in classifica che pesano come un macigno sull’economia del mondiale. Il Dottore, caduto quando era in testa a pochi giri dal traguardo, si è ritrovato a -42 da Marc Marquez. Un gap molto importante che sarà difficile da colmare nel breve periodo. Ecco l’intervista di Valentino Rossi.

    “Dovevo accontentarmi del vantaggio che avevo ed invece ho voluto aumentarlo e sono finito a terra – ha analizzato il pilota di Tavullia – sono stato un vero somaro“. Valentino Rossi non usa mezzi termini per trovare il colpevole al suo ritiro: “Ho un fatto un grave errore perchè un pilota questa cose deve saperle. Ad Assen pensavo di ridurre il gap da Marquez e da Lorenzo che era in difficoltà da Venerdi, invece torno a casa con un divario superiore a quando sono arrivato in Olanda”. Valentino Rossi non è ancora pronto a gettare la spugna in campionato, ma sa in cuor suo che sarà difficile rimontare: “42 punti sono tanti da recuperare – ha continuato il Dottore – ora devo pensare gara dopo gara, cercare di fare dei bei Gran Premi e vedere come vanno anche gli altri. Son veloce e competitivo, ma se poi non porto a casa punti è difficile rimontare”. Un Valentino Rossi critico con sè stesso per la vittoria sfumata e per un altro ritiro in stagione. In Germania ci sarà il giro di boa della stagione con il nono appuntamento dei diciotto in programma. Riuscirà il pilota della Yamaha a ridurre il gap da Marquez da qui alla fine del campionato? Intanto Marquez, complice anche il weekend nero di Lorenzo, si è portato con una quasi una gara di vantaggio sulle due Yamaha e sta correndo verso il titolo mondiale.