MotoGP Austin 2015, anteprima: Valentino Rossi carichissimo in Texas

Anteprima del Gran Premio delle Americhe, secondo appuntamento del Mondiale MotoGP 2015 sul tracciato di Austin, Texas

da , il

    Aspettative

    La prima gara ha dato delle indicazioni anche se non è da prendere in considerazione per definire i valori in campo in questo mondiale. Da Austin però si cominceranno a scoprire certe carte e ribaltare i risultati del Qatar. Come detto, Marquez vorrà trasformare la delusione in rabbia agonistica e legittimare la sua supremazia sul tracciato statunitense, Rossi, Lorenzo, Dovizioso e Iannone cercheranno di impedirglielo a tutti i costi ma non sarà affatto facile ostacolare il campione del mondo in carica. Lotta quindi a 5 per vittoria e podio finale mentre ci saranno grandi battaglie per gli ultimi posti di top 10 e piazzamenti a punti. Potrebbe essere una gara favorevole per Suzuki che può puntare a bei piazzamenti sia con Aleix Espargarò che con Maverick Vinales mentre sarà ancora una volta gara complicata per Aprilia, alle prese ancora con una moto molto lenta.

    Il tracciato

    Il circuito delle Americhe (Circuit of the Americas) di Austin, in Texas, è un circuito motoristico statunitense. La prima corsa ufficiale disputatavisi è stata il Gran Premio degli Stati Uniti d’America 2012, 19ª gara del Campionato mondiale di Formula 1, vinta da Lewis Hamilton su McLaren.

    Il circuito a differenza di altri circuiti americani è stato costruito appositamente per ospitare una gara di Formula 1, è stato progettato dall’architetto tedesco Hermann Tilke, e la combinazione di curve iniziali ricorda molto le S veloci della prima parte del tracciato di Silverstone ed anche il curvone verso destra nell’ultima parte ricorda la curva 8 del tracciato di Istanbul.

    Il tracciato misura 5513 metri e conta ben 20 curve, di cui 8 a destra e 12 a sinistra e un lungo rettilineo prima di arrivare in curva 12. Suggestiva curva 1: si arriva in salita dal rettilineo principale per poi scendere verso curva 2.

    Marc Marquez detiene il record del tracciato texano in 2’03″575 fatto segnare il 13 aprile 2014