MotoGP Austin 2016, Jorge Lorenzo: “Futuro? non è cambiato nulla dall’Argentina”

MotoGP Austin 2016: Jorge Lorenzo, durante la press conference, non ha risposto alle domande riguardo al suo imminente passaggio in Ducati in vista. L'intervista dello spagnolo.

da , il

    MotoGP Austin 2016 – Tutto pronto in Texas per il Gran Premio delle Americhe della MotoGP 2016. A Austin i piloti hanno iniziato ad animare la scena con la Press Conference di apertura del weekend. Tra i grandi protagonisti, e non poteva essere altrimenti, c’erano Jorge Lorenzo e Marc Marquez. Tanti i temi toccati, come il futuro del maiorcano, durante la conferenza stampa di apertura del weekend di gara. Girate la pagina per leggere le interviste dei piloti che sono intervenuti durate la conferenza stampa del Gran Premio di Austin, terza prova del mondiale della MotoGP 2016. La redazione di Derapate seguirà LIVE l’intera gara. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    L’intervista dei piloti alla Press Conference

    Jorge Lorenzo è arrivato in Texas dopo la caduta a Termas de Rio Hondo. Lo spagnolo è stato al centro di insistenti voci di mercato in vista della MotoGP 2017 ma non ha voluto parlare di questo argomento chiudendosi in un: “Non ho nulla di differente da dire rispetto alla conferenza stampa di Termas de Rio Hondo” nella quale rispose ad un giornalista dicendo che del suo futuro parlare con il suo entourage a tempo debito. Lorenzo è poi tornato a parlare della gara argentina: “Purtroppo ho commesso un errore perchè ho spinto troppo in una zona della pista che era umida e sono caduto. In pista sono un pilota sicuro ma le condizioni a Termas erano particolari ed è stato complicato. Cercherò di rifarmi qui”. In conferenza era presente anche il leader del campionato, Marc Marquez. Il pilota della Honda arriva dal successo di Termas ma è preoccupato per la gara di Austin: “Devo ammettere che quest’anno arriviamo in Texas con una situazione strana rispetto agli anni passati dove avevo un buon feeling con la moto. Finora la moto ha avuto dei problemi in accelerazione e qui ad Austin ci sono tante zone dove bisognerà dare gas. Questo ci preoccupa e dovremo lavorare molto per limitare i danni. Partiremo dalla base di Termas per cercare di fare un buon lavoro”. Presente in conferenza stampa anche Andrea Iannone. Il pilota di Vasto dovrà farsi perdonare dell’erroraccio nell’ultimo giro in Argentina: “Il podio era molto importante e temevo Valentino Rossi. Sapevo che mi avrebbe attaccato all’ultima curva e per questo ho cercato di superare Dovizioso. Ho sbagliato e ho chiesto scusa”.