MotoGP Austin 2016: non partono gli aerei, prove libere a rischio?

MotoGP Austin 2016: Gli aerei in arrivo da Termas de Rio Hondo hanno avuto dei problemi e c'è il rischio di non correre le prove libere di Venerdi. I dettagli.

da , il

    MotoGP Austin 2016 – Il weekend di Austin è iniziato sotto una cattiva stella. I team, piloti e tecnici, impegnati fino a Domenica a Termas de Rio Hondo, per il GP Argentina, erano pronti per partire alla volta di Austin, negli Stati uniti d’America, per il terzo round stagionale. Dei quattro Boeing 747, a disposizione della MotoGP, solo due sono arrivati a destinazione. Motivo? un temporale ha mandato in tilt il piccolo aeroporto di Tucuman, base logistica per il trasferimento aereo da Termas de Rio Hondo. Di tutto il motomondiale, compresa la Moto2 e Moto3, è arrivato il materiale per circa metà schieramento. I tempi sono ristretti e si rischia di far saltare le prove libere del Venerdi. La redazione di Derapate seguirà LIVE l’intera gara. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    A rischio le prove libere del GP Austin

    Degli undici Team presenti in MotoGP, tre scuderie sono attualmente senza materiali: Aprilia Gresini, Avintia Ducati e Marc VDS Honda. Gli aerei 3 e 4, in fase di atterraggio Tucuman, sono stati dirottati a Santiago del Cile dove uno dei due ha anche accusato dei problemi tecnici. Questo ovviamente ha messo in apprensione la Dorna e la Irta in vista del weekend. Si riuscirà a correre? l’Aereo con a bordo i team e materiali della MotoGP dovrebbe partire oggi per raggiungere Houston mentre l’ultimo Boeing, stando alle ultime notizie, dovrebbe arrivare in serata. Giovedi, salvo nuovi contrattempi, sarà una corsa contro il tempo per allestire i box e le moto in vista del Venerdi di Prove Libere. Nel quarto aereo, oltre al materiale di SAG (Moto2), Tasca (Moto2), Aspar Mahindra (Moto3), Estrella Galicia (Moto3), Honda Team Asia (Moto3), RBA R (Moto3), sono presenti anche le Safety Car e la Clinica mobile.