MotoGP Austin 2016, Valentino Rossi: “Peccato, potevo fare una bella gara”

MotoGP Austin 2016, Valentino Rossi: “Peccato, potevo fare una bella gara”
da in Cadute MotoGP, Circuiti MotoGP, Gp MotoGp, MotoGP 2017, MotoGP Austin, Piloti MotoGP 2017, Valentino Rossi
Ultimo aggiornamento:

    MotoGP Austin 2016 – Tra i grandi delusi del weekend di Austin c’è sicuramente Valentino Rossi. Il Dottore, partito dalla terza casella nella griglia di partenza, è caduto dopo pochi giri gettando al vento un possibile buon risultato. Il pilota di Tavullia aveva infatti un buon ritmo per poter ambire al podio ma per degli errori personali ha detto addio ai sogni di gloria. Finito nella ghiaia è tornato ai box dove, scuro in viso, non ha rilasciato dichiarazioni in merito. A spiegare ciò che è successo ci hanno pensato lo stesso Valentino, l’amico fidato Alessio “Uccio” Salucci e il team manager Meregalli.

    “E’ un peccato perchè in partenza ho bruciato la frizione – ha spiegato il pilota della Yamaha – Ero terzo ma la frizione slittava molto e ho dovuto rallentare. Avevo perso posizioni, la moto sembrava essere tornata a posto e ho deciso di spingere nuovamente. Non pensavo di esser troppo veloce ma entrando in curva-2, forse lo ero”. Valentino Rossi ha dunque detto addio alla gara ma si è detto pronto a reagire: “Tra due settimane a Jerez lavoreremo per raggiungere un bel traguardo”.
    Alla base della caduta di Valentino c’è stato dunque un doppio errore del pilota che ha surriscaldato la frizione. Ecco il tweet di Alessio “Uccio” Salucci, amico fraterno del Dottore: “Peccato eravamo veramente veloci. Errorino in partenza e frizione scaldata… Poi per recuperare altro errorino. Ci vediamo a Jerez”. Questa dichiarazione è stata poi confermata anche dal Team Manager della Yamaha, Meregalli: “In partenza Valentino ha avuto un problema con la frizione e ha perso qualche posizione. Si era assestato e quando la moto è tornata a girare bene, Vale ha forzato ed è andato per terra.

    Un vero peccato perchè aveva un buon ritmo e poteva fare una buona gara”. Dopo 33 punti conquistati nei primi due Gran Premi, è arrivato questo zero inaspettato per il Dottore. Il gap da Marc Marquez, sempre più leader del campionato dopo la vittoria di Austin, è salito a 33 lunghezze e servirà nelle prossime gare che il Dottore torni a battagliare per la vittoria. A Jerez, tra quindici giorni, servirà un buon risultato e cercare di “mangiare” qualche punto allo spagnolo per non ritrovarsi troppo distanti dal pilota della Honda. Marquez intanto ringrazia delle cadute altrui e scappa in vetta al campionato. Riusciranno le Yamaha e Ducati a raggiungerlo?

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cadute MotoGPCircuiti MotoGPGp MotoGpMotoGP 2017MotoGP AustinPiloti MotoGP 2017Valentino Rossi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI