MotoGP Australia 2013, gara: Lorenzo vince davanti a Pedrosa e Rossi. Marquez squalificato [FOTO]

Diretta del Gran Premio d'Australia della MotoGP

da , il

    Il Gran Premio d’Australia 2013 si chiude con la vittoria di Lorenzo dopo una gara pesantemente condizionata dalla bandiera nera sanzionata a Marc Marquez a causa di una negligenza nel rispetto delle regole in pista. La sanzione è stata inflitta perché il pilota Honda non ha effettuato il suo personale flag to flag entro i termini stabiliti. Gara che riapre a Lorenzo la corsa al mondiale, che vede tra l’altro sul podio dietro di lui Dani Pedrosa e Valentino Rossi che vince in volata il duello contro Crutchlow e Bautista. Gara comunque che rimane incerta in pista fino a prima del cambio moto, con Lorenzo Marquez e Pedrosa molto vicini a darsi battaglia.

    Si riapre dunque il mondiale dopo un Gran Premio fortemente condizionato dalla direzione gara, ma sopratutto da Bridgestone, che si fa trovare impreparata ad un appuntamento così importante.

    ORDINE D’ARRIVO DEL GP D’AUSTRALIA:

    1. Jorge Lorenzo ESP Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 29m 7.155s

    2. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 29m 14.091s

    3. Valentino Rossi ITA Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 29m 19.499s

    4. Cal Crutchlow GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 29m 19.615s

    5. Alvaro Bautista ESP Go&Fun Honda Gresini (RC213V) 29m 19.668s

    6. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 29m 35.418s

    7. Nicky Hayden USA Ducati Team (GP13) 29m 40.108s

    8. Andrea Iannone ITA Energy T.I. Pramac Racing (GP13) 29m 42.217s

    9. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (GP13) 29m 42.259s

    10. Randy De Puniet FRA Power Electronics Aspar (ART CRT) 29m 44.581s

    11. Aleix Espargaro ESP Power Electronics Aspar (ART CRT) 29m 53.254s

    12. Colin Edwards USA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 29m 55.304s

    13. Yonny Hernandez COL Ignite Pramac Racing (GP13) 29m 57.066s

    14. Hector Barbera ESP Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 29m 57.153s

    15. Danilo Petrucci ITA Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 30m 5.873s

    16. Luca Scassa ITA Cardion AB Motoracing (ART CRT) 30m 5.946s

    17. Claudio Corti ITA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 30m 15.260s

    18. Michael Laverty GBR Paul Bird Motorsport (ART CRT) 30m 34.385s

    19. Lukas Pesek CZE Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 30m 38.248s

    20. Hiroshi Aoyama JPN Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 29m 33.585s

    21. Damian Cudlin AUS Paul Bird Motorsport (PBM-ART CRT)* 30m 52.751s

    PILOTI SQUALIFICATI:

    Bryan Staring AUS Go&Fun Honda Gresini (FTR-Honda CRT) DSQ

    Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) DSQ

    ULTIMO GIRO Vince Lorenzo, Pedrosa secondo Rossi 3° in volata.

    GIRO 17 Lorenzo sempre in testa a due giri dalla fine con Pedrosa a circa due secondi di vantaggio. Bandiera nera anche par Cudin e Staring. Siamo all’ultimo giro

    GIRO 16 mancano 3 giri al termine; Lorenzo guida sempre la corsa insegutio da Pedrosa; mancano 3 giri. Rossi supera Crutchlow e si porta in terza posizione

    GIRO 15 con Marquez fuori da questa gara è ora Lorenzo che guida la corsa e si riapre un piccolo spiraglio per la lotta la mondiale

    ATTENZIONE! BANDIERA NERA PER MARQUEZ! IL PILOTA SPAGNOLO E’ STATO SQUALIFICATO DALLA GARA

    GIRO 14 è successo un po’ di tutto in questo frangente. Il cambio moto ha creato una situazione davvero di pericolo tra Lorenzo e Marquez che sono entrati in collisione. Restano da vedere le responsabilità dei piloti

    GIRO 13 bruttissimo contatto tra Lorenzo e Marquez durante l’uscita dai box. Marquez è entrato in pista ad una velocità troppo bassa in traiettoria di Lorenzo che invece era già in pista a completare il giro. Le posizioni al momento sono queste:

    1 LORENZO J.Yamaha Factory Racing Lap 12

    2 PEDROSA D.Repsol Honda Team+0.517

    3 MARQUEZ M.Repsol Honda Team+1.868

    4 ROSSI V.Yamaha Factory Racing+10.421

    5 CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3+10.491

    6 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini+10.912

    7 SMITH B.Monster Yamaha Tech 3+18.753

    8 HAYDEN N.Ducati Team+19.222

    9 DOVIZIOSO A.Ducati Team+21.861

    10 IANNONE A.Energy T.I. Pramac Racing+23.332

    11 DE PUNIET R.Power Electronics Aspar+23.550

    12 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar+24.974

    13 EDWARDS C.NGM Mobile Forward Racing+30.768

    GIRO 12 ATTENZIONE! MARQUEZ POTREBBE ESSERE PENALIZZATO PER IL RITARDO NEL CAMBIO MOTO

    GIRO 11 salto acrobatico per Lorenzo nel cambio moto! Marquez ha deciso di ritardare di un giro il suo cambio

    GIRO 10 cambio moto per tutti in questo giro. Attendiamo il prossimo passaggio per vedere le posizioni

    GIRO 9 Marquez sembra voler sfruttare questo giro per chiudere davanti a Lorenzo in modo di essere agevolato nel cambio moto. Al momento tutto è invariato. Pedrosa insieme a Bautista ai box per il cambio moto

    GIRO 8 gara che prosegue senza cambiamenti; solo Valentino Rossi presenta evidenti difficoltà. Imbarcata di Lorenzo intanto , ma riesce a mantenere la posizione

    GIRO 7 Pedrosa si è avvicinato moltissimo al compagno; ora il gruppetto dei primi 3 è molto compatto e mancano 3 giri prima del cambio obbligatorio di moto

    GIRO 6 Risalgono Marquez e Pedrosa su Lorenzo; Rossi perde molto terreno e si trova ora in sesta posizione dietro a Crutchlow

    GIRO 5 attenzione perché Marquez si è avvicinato pericolosamente a Lorenzo. Sarà una gara che verrà decisa in buona parte con il flag to flag

    GIRO 4 Lorenzo conduce sempre la gara dopo 4 giri; si stacca leggermente Crutchlow dal duetto formato da Rossi e Bautista

    GIRO 3 fatica un po’ Pedrosa a tenere il ritmo del compagno. Allungano Lorenzo e Marquez. Bautista ha raggiunto Rossi

    GIRO 2 allunga leggermente Lorenzo, ma non troppo. I due alfieri Honda sono molto vicini. Posizioni invariate al momento con Lorenzo che guida sempre la corsa con mezzo secondo di vantaggio su Marquez

    GIRO 1 Partiti fortissimi i primi 3 davanti capeggiati ora da Lorenzo che ha già avuto uno scambio di posizioni con Marquez. Rossi è 4° dietro ai fantastici 3

    ORE 07:00 PARTITI! Attendiamo ora il primo passaggio sul traguardo

    ORE 06:58 è partito il giro di ricognizione dei piloti; ricordiamo che dopo il via avranno soltanto 10 giri per effettuare il loro flag to flag. Un cambio moto obbligatorio imposto dalla direzione gara su consiglio della Bridegestone. Ricordiamo che in caso di vittoria di Marquez e Lorenzo oltre il 2° posto (3° o peggio) il giovane esordiente di casa Honda diventerebbe matematicamente campione del mondo

    ORE 06:50 Inno australiano appena intonato dalla pit lane. La safety car effettua il giro di controllo del tracciato. Tutto è pronto per questa pazza gara!

    ORE 06:45 i piloti hanno appena effettuato il loro giro di schieramento sulla griglia di partenza. Gara che come anticipato sarà ridotta quasi a metà per motivi di sicurezza. Condizioni meteo incerte con vento forte e nuvole sulla pista. Tra circa dieci minuti prenderà il via il giro di ricognizione

    ORE 06:30 ben ritrovati a tutti gli appassionati della MotoGP!

    Aggiornamenti a cura di Alessio Mora