MotoGP Australia 2013, prove libere 2: Lorenzo imprendibile. Rossi 4° [FOTO]

Lorenzo domina il venerdì di prove libere del Gran Premio d'Australia 2013

da , il

    Motomondiale , Gran Premio della Repubblica Ceca   La Gara

    Si chiude il venerdì di prove libere del Gran Premio d’Australia e anche nella seconda sessione è Jorge Lorenzo a far registrare il miglior tempo sul tracciato di Phillip Island. Parte a schioppo il campione del mondo in carica che già nel corso delle prime tornate scende subito sotto il minuto e 30 e nel finale farà segnare addirittura il crono di 1:28.961 e sarà l’unico a scendere sotto la soglia del minuto e 29. Paura in pista per Marquez che cade ad una velocità abbastanza elevata a circa metà prova, chiuderà poi con il sesto tempo dopo aver effettuato il cambio moto, mentre il suo compagno Pedrosa si ritrova con un guasto ed è costretto ad abbandonare il mezzo in pista, ma nonostante l’inconveniente chiuderà 3. Conclude 4° Rossi una prova un po’ migliore rispetto al mattino. Sorpresa in casa CRT che vede De Puniet rientrare addirittura con l’ottavo tempo davanti ad Hayden, Dovizioso e Iannone.

    TUTTI I TEMPI DELLA FP2:

    1. Jorge Lorenzo ESP Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 1m 28.961s (Lap 16/18)

    2. Alvaro Bautista ESP Go&Fun Honda Gresini (RC213V) 1m 29.438s (18/19)

    3. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 29.478s (10/13)

    4. Valentino Rossi ITA Yamaha Factory Racing (YZR-M1) 1m 29.537s (23/23)

    5. Cal Crutchlow GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 29.667s (14/21)

    6. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1m 29.989s (13/17)

    7. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1m 30.165s (23/23)

    8. Randy De Puniet FRA Power Electronics Aspar (ART CRT) 1m 30.215s (17/23)

    9. Nicky Hayden USA Ducati Team (GP13) 1m 30.609s (13/22)

    10. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (GP13) 1m 30.754s (20/22)

    11. Andrea Iannone ITA Energy T.I. Pramac Racing (GP13) 1m 30.792s (17/20)

    12. Colin Edwards USA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 1m 30.917s (21/21)

    13. Aleix Espargaro ESP Power Electronics Aspar (ART CRT) 1m 31.091s (16/17)

    14. Yonny Hernandez COL Ignite Pramac Racing (GP13) 1m 31.134s (16/17)

    15. Hector Barbera ESP Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 1m 31.286s (16/16)

    16. Hiroshi Aoyama JPN Avintia Blusens (FTR-Kawasaki CRT)* 1m 31.434s (12/20)

    17. Claudio Corti ITA NGM Forward Racing (FTR-Kawasaki CRT)* 1m 31.451s (14/17)

    18. Danilo Petrucci ITA Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 1m 31.985s (13/22)

    19. Michael Laverty GBR Paul Bird Motorsport (ART CRT) 1m 32.066s (23/23)

    20. Luca Scassa ITA Cardion AB Motoracing (ART CRT) 1m 32.261s (12/21)

    21. Bryan Staring AUS Go&Fun Honda Gresini (FTR-Honda CRT) 1m 32.290s (9/22)

    22. Lukas Pesek CZE Came IodaRacing Project (Suter-BMW CRT)* 1m 32.943s (10/18)

    23. Damian Cudlin AUS Paul Bird Motorsport (PBM-ART CRT)* 1m 34.969s (14/16)

    ORE 06:50 sventola la bandiera a scacchi in questa FP2; Lorenzo conquista anche questa seconda sessione di prove libere e domina il venerdì del GP d’Australia

    ORE 06:48 barriera del minuto e 29 abbattuta in questo momento da Lorenzo: 1:28.961 per lui. Acuto in questo finale anche per Bautista che soffia il posto a Pedrosa mettendosi in seconda posizione

    ORE 06:45 Pedrosa sale in sella ad un enduro Suzuki anni 80 di un commissario di gara, per poi passare ad uno scooter per tornare ai box dopo aver parcheggiato la sua RC213V contro un muro di gomme. Ha cambiato più moto in questi 2 minuti che in tutta la stagione. Il pilota spagnolo ha avuto un guasto alla moto e ha dovuto abbandonarla in pista. Dalle immagini ora si vede un perno lunghissimo e anche pericolosissimo che esce dalla parte bassa del telaio. La prova intanto si avvia agli ultimi 5 minuti finali e Lorenzo abbassa ancora il suo tempo

    ORE 06:40 a circa 10 minuti dal termine tutto è invariato, l’unica sorpresa è il settimo tempo che resiste di Randy De Puniet. Davanti sempre Lorenzo, Pedrosa-Rossi e Crutchlow

    ORE 06:35 inaspettatamente veloce Randy De Puniet in questa FP2; il pilota francese è ora con il 7° tempo davanti a piloti come Smith, Hayden e Dovizioso. In testa tutto è invariato

    ORE 06:30 risale Pedrosa che scalza dal secondo posto Valentino Rossi. Sale anche Dovizioso che si posiziona con l’ottavo tempo, mentre Marquez, dopo il cambio moto, ottiene al momento un 6° crono

    ORE 06:25 nessuna variazione significativa in questo momento. In casa Ducati Hernandez è al momento davanti a Dovizioso, ma il ducatista più veloce è Hayden che ora è con il settimo tempo. Lorenzo è sempre primo

    ORE 06:20 migliora Valentino Rossi riducendo il distacco dal compagno a circa 3 decimi. Con 30 minuti ancora a disposizione questa è la situazione:

    1 LORENZO J.Yamaha Factory Racing 1:29.343

    2 ROSSI V.Yamaha Factory Racing+0.295

    3 CRUTCHLOW C.Monster Yamaha Tech 3+0.725

    4 BAUTISTA A.GO&FUN Honda Gresini+0.727

    5 PEDROSA D.Repsol Honda Team+1.134

    6 SMITH B.Monster Yamaha Tech 3+1.683

    7 HAYDEN N.Ducati Team+1.689

    8 DE PUNIET R.Power Electronics Aspar+1.769

    9 HERNANDEZ Y.Ignite Pramac Racing+1.891

    10 DOVIZIOSO A.Ducati Team+1.916

    11 EDWARDS C.NGM Mobile Forward Racing+2.144

    12 ESPARGARO A.Power Electronics Aspar+2.158

    13 MARQUEZ M.Repsol Honda Team+2.161

    ORE 06:15 sono trascorsi 10 minuti dal via di questa FP2; la situazione al momento vede Jorge Lorenzo che guida la classifica dei tempi davanti al compagno Valentino Rossi. Dietro a loro ci sono Crutchlow-Bautista e Pedrosa. Marquez è ora ai box per il cambio di moto dopo la caduta

    ORE 06:10 Jorge Lorenzo decide di partire in maniera fulminante anche questo secondo turno di prove libere. Sono appena trascorsi 6 minuti dal via della sessione e il campione del mondo in carica stampa già un 1:29.579 ATTENZIONE! Brutta caduta per Marc Marquez, ma fortunatamente senza conseguenze per il pilota spagnolo

    ORE 06:05 ben ritrovati a tutti gli appassionati; la bandiera verde sta sventolando all’uscita della corsia dei box dando il via alla seconda sessione di prove libere

    Aggiornamenti a cura di Alessio Mora