MotoGP Australia 2014, Marquez: “Felice per la pole, momento magico”

Marc Marquez conquista la pole numero 12 della stagione ottenuta a Phillip Island per la MotoGP 2014

da , il

    Sentiamo le parole dei protagonisti dopo le qualifiche della MotoGP 2014 in Australia. Un pilota quando vince il titolo Mondiale sei giorni prima, di solito, è appagato e con la “pancia” piena la gara successiva. Succede per le persone e piloti normali non per Marc Marquez. Il pilota spagnolo centra la dodicesima pole position su 16 e migliora ulteriormente il suo bottino stagionale. Il campione del mondo, nel post qualifiche, è parso raggiante e sicuro di sè: “Sono in un buon momento della mia vista e lo si percepisce anche mentre guido. Sarà dura domani perchè le Yamaha hanno un buon ritmo gara.” Soddisfatto della sua prestazione anche Jorge Lorenzo. Il pilota di Maiorca partirà terzo per solo 8 millesimi. Ecco le parole dei piloti nel post-qualifiche del Gran Premio di Australia 2014.

    Fermare Marquez in questo 2014 è praticamente impossibile. Il pilota della Honda, dopo aver dominato le pole position, le gare di inizio anno ed essersi laureato matematicamente campione del mondo, continua a spingere dimostrando il suo valore e la voglia di vincere. Anche in Australia sarà lui a partire dalla prima casella in griglia di partenza. Dodicesima volta in questo stupendo campionato:In FP4 avevo buon ritmo e ho capito che potevo fare la pole. Sarà una gara divertente per gli spettatori. Le due Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo hanno un buon passo e lotteranno per il podio del Gran Premio. Sono sicuro che ci divertiremo”.

    Beffato per solo 8 millesimi di secondo da Cal Crutchlow, Jorge Lorenzo resta soddisfatto e molto fiducioso in vista della corsa di Domenica: “Durante le qualifiche si prendono le scie per spingere al massimo. Crutchlow ha avuto anche il vantaggio della gomma extra morbida ed è stato bravo a superarmi. Credo di aver un buon ritmo per la gara di domani e confido di riuscire a girare senza problemi sul tempo di 1:29 alto o 1.30 basso. Era importante partire in prima fila per aver il vantaggio nella prima curva. I miei due rivali al secondo posto del Mondiale sono indietro con Pedrosa in seconda fila e Rossi in terza. Devo partire bene per provare a star davanti a tutti. Sarà una bella gara e confidiamo di fare un bel risultato.”

    Dopo un campionato difficile, arriva una soddisfazione anche per Cal Crutchlow: “Quando stava piovendo abbiamo temuto, perché qui con la pioggia è tutto più difficile. Sono fiero di questo secondo posto che è un bellissimo risultato. Durante la stagione non ci sono state rivoluzioni ma tanti progressi e faccio i complimenti al mio team. Lo sviluppo ha funzionato rendendo la moto maggiormente competitiva. Speriamo ora di fare una grande gara”.

    Chi ha un po’ deluso è invece l’altro alfiere della Ducati, Andrea Dovizioso: “Questa pista è diversa da altre e non riesco a sfruttare la moto al meglio. L’obiettivo in gara sarà quello di fare il massimo possibile. Ho un brutto feeling con la moto qui a Phillip Island ma il problema è più personale che altro. Non riesco ad esprimere al meglio il suo potenziale.”