MotoGP Australia 2015: il Processo al Gran Premio di Phillip Island

MotoGP: Il Processo alla Gara

da , il

    Consueta rubrica “il Processo al Gran Premio” ovviamente incentrato sulla gara epica di domenica mattina a Phillip Island vinta da Marc Marquez davanti a Jorge Lorenzo e Andrea Iannone. Ci siamo presi un po’ di tempo per rimettere insieme tutti i cocci di un weekend culminato con la corsa australiana e per trovare chi mandare alla sbarra per il nostro processo. Partiamo con Valentino Rossi per le qualifiche sballate, doppia faccia Jorge Lorenzo nei confronti di Iannone, chiudendo poi con gli insulti a Andrea per aver chiuso sul podio davanti a Rossi.

    Valentino Rossi: le qualifiche il solito tallone d’Achille…

    ACCUSA: Sembra assurdo mandare sul banco degli imputati il Dottore dopo una gara come quella di ieri eppure è così. Si giustifica con il fatto che aveva il passo per poter anche vincere la gara ma la realtà dei fatti è che ancora una volta ha steccato la qualifica e quei 7 punti persi da Lorenzo sono proprio frutto di una qualifica stentata.

    DIFESA: Se c’è una cosa che si può difendere in questa gara è la gran voglia di Rossi di provarci sempre e in ogni posto per stare davanti ai suoi avversari. Se vincerà questo mondiale sarà anche per la sua mai doma voglia di vincere e di dimostrare ai più giovani che il migliore è ancora lui.

    Jorge Lorenzo: doppia faccia o solo dichiarazioni di facciata?

    ACCUSA: Ma come Jorge? 24 ore prima mandi al diavolo Iannone per averti preso come riferimento per fare il tempo e 24 ore dopo amici come prima? Non si fa così caro Jorge e lo sai bene…Atteggiamento tipico di chi vuole metterla sul piano psicologico nei confronti del compagno di box con il quale ti stai litigando il mondiale

    DIFESA: In un certo senso possiamo anche capirlo il ragionamento di Jorge…prima fingo di essere arrabbiato con lui e poi lo ringrazio per avermi aiutato a recuperare altri punti su Valentino…Però caro Jorge se vuoi risultare un po’ più simpatico evita certi atteggiamenti…

    Insultare un pilota: un gesto più da ultras calcistici che da appassionati di moto

    ACCUSA: Non è accettabile un comportamento del genere da parte di certi “tifosi” di Valentino Rossi che più che tifosi sono veri e propri ultras calcistici. Insultare un pilota perchè è finito davanti al tuo pilota preferito è di per sè inqualificabile a prescindere dal fatto che sul momento si possa essere arrabbiati…

    DIFESA: Non c’è nulla da difendere in questo caso…