MotoGP Australia 2017, Dovizioso dopo le prove libere: “Siamo più veloci delle aspettative”

Dovizioso è fiducioso in vista della gara di domenica. Le sue aspettative erano di essere più lontano da Marquez, invece la sua Ducati si è comportata molto bene durante le prove libere.

da , il

    MotoGP Australia 2017, Dovizioso dopo le prove libere: “Siamo più veloci delle aspettative”

    MotoGP Australia 2017. E’ terminato il venerdì di prove libere dal circuito di Phillip Island. Le sensazioni a caldo danno un Marc Marquez in una completa sintonia con questa pista che a lui piace in modo particolare. Il pilota spagnolo gradisce e non poco le tornate veloci verso sinistra, essendo lui un mancino. Per questo motivo ha dominato le prove libere 1, mentre nelle prove libere 2 ha lasciato la leadership ad Aleix Espargaro su Aprilia per 5 millesimi di secondo. Chi invece pensava di essere più lontano dallo spagnolo è Andrea Dovizioso, che non ha mai brillato particolarmente su questa pista complicata. Il pilota della Ducati ha sempre sofferto questo tracciato e il vento spietato che batte inesorabile su questa isola. Ma stavolta sembra aver trovato il bandolo della matassa ed ha tallonato in entrambe le manche del venerdì il campione spagnolo. La redazione di Derapate sta seguendo la gara. CLICCA QUI per seguir il Gran Premio della MotoGP Australia 2017 con risultati e classifica LIVE in diretta web.

    Dovi cerca il giusto setting

    Dovi ha girato moltissimo sulla pista di Phillip Island durante il venerdì di prove, andando alla caccia del settaggio perfetto. Ha provato la mescola morbida al posteriore, prima di tutto, e con quella è riuscito a fare un buon tempo, anche se rimane scettico sulla possibilità di poterla sfruttare in gara visto il passo non esaltante. Domani Dovi proverà a sfruttare la mescola media, sperando di trovare il feeling giusto. Quello che è sicuro è che l’italiano girerà con la carena senza ali. Le parole del numero 04: “Non ero veloce come Marquez nel primo turno, ma sarebbe stato troppo eclatante… Mi aspettavo di essere più lontano, invece ho avuto subito un buon feeling, migliore di quello dell’anno scorso”, ha sottolineato il pilota della Ducati. La gomma soft? Può essere quella da gara, anche se il potenziale è così così…“, ha spiegato Dovi, “Il mio giro veloce l’ho fatto con la morbida usata nel posteriore, ma dobbiamo ancora lavorarci. Ci concentreremo sulla media al posteriore nei prossimi turni, se il meteo dovesse permettercelo. Il vento? Lo soffro tantissimo, ma d’altronde Phillip Island non esiste senza vento, non è una novità“.