MotoGP Australia 2017, Dovizioso: “Non potevamo fare molto di più, inutile pensare al campionato”

Andrea Dovizioso ha chiuso una gara con molta difficoltà. Tredicesimo posto finale, e campionato quasi chiuso. Il pilota Ducati è l'emblema della delusione.

da , il

    MotoGP Australia 2017, Dovizioso: “Non potevamo fare molto di più, inutile pensare al campionato”

    MotoGP Australia 2017. Un disastro. Questa è la sintesi della giornata di Andrea Dovizioso, che esce dalla sfida di Phillip Island con le ossa rotte e con il morale a pezzi. Marc Marquez ha vinto la gara, mentre il forlivese è stato costretto al tredicesimo posto finale. La gara è partita male, al secondo giro Dovi è andato largo, scendendo addirittura fino alla ventesima posizione. La scelta della gomma media non ha pagato, il suo ritmo non è mai stato fra i più alti e alla fine delle varie bagarre ha dovuto cedere due posizioni nei confronti di Redding e di Pedrosa che lo hanno sfilato all’ultima curva. A caldo Dovizioso era il volto della frustrazione e stavolta ha puntato il dito anche verso la Ducati, di cui ammette che abbia dei problemi di percorrenza. L’Australia è stata un pista indigesta per lui e per tutte le moto di Borgo Panigale, ma questo non basta. Il sogno mondiale rischia di interrompersi così.

    Testa a Sepang

    Andrea Dovizioso è letteralmente giù di corda, e prova ad analizzare il suo complicatissimo weekend di gara: “Un insieme di cose non è andato bene. L’errore ad inizio gara ha compromesso un po’ il risultato, ed ha aumentato un bel po’ il distacco. La scelta della gomma probabilmente è stata sbagliata, ma non lo sapremo. Una media, come la nostra, è arrivata sul podio. E’ stata una gran delusione, logicamente per la posizione e per aver perso un sacco di punti. Noi abbiamo un limite, che è quello della moto che non gira. E’ il nostro tallone d’achille. Quest’anno siamo riusciti a migliorare vari aspetti, siamo riusciti ad essere competitivi tutta la stagione. In piste come queste dove ci sono tanti curvoni, pochi rettilinei e poche staccate, facciamo fatica. Tutte le Ducati hanno fatto male. Peccato un risultato a questo punto del campionato, perché sarebbe stato più bello essere vicini a Marquez in classifica. Adesso c’è delusione, pensiamo alla Malesia e a portare casa il risultato. Si poteva fare di più del risultato di gara, ma non molto di più. A 33 punti da Marquez la cosa si complica, noi bisogna pensare positivo e a fare il massimo in Malesia. Bisogna pensare a fare il miglior risultato, perché con questo gap è inutile pensare al campionato“.