MotoGP Australia 2017, le pagelle da 10 a 0!

I promossi e i bocciati del Gran Premio di Australia. Le pagelle da 10 a 0 ai protagonisti della MotoGP che si sono sfidati per il GP dell'Australia.

da , il

    Marc Marquez si è aggiudicato il MotoGP Australia 2017. Per il pilota spagnolo è la sesta vittoria di questa sua fantastica stagione. Grazie al successo è riuscito ad allungare fino a 33 punti su Dovizioso nella classifica generale. Lo spagnolo ha disputato un’ottima gara e i giri finali sono stati altamente spettacolari con la battaglia tra i contendenti per il podio finale.

    Buona prestazione anche per Johann Zarco e per le Suzuki, gara da dimenticare per Andrea Dovizioso e Ducati. Il risultato dell’alfiere della rossa di Borgo Panigale può pregiudicare il finale di stagione. La redazione di Derapate ha voluto dare i voti e le pagelle al sedicesimo round del campionato.

    Voto 10: Marc Marquez

    Marc Marquez ha giocato come il gatto con il topo. Poteva essere una gara rischiosa, in cui una semplice caduta o contatto potevano rovinare la sua stagione. Invece, nonostante le sportellate e le varie bagarre con i piloti, lo spagnolo è andato addirittura a vincere. Quando ha voluto spingere sul gas non ce n’è stato per nessuno. Grazie alla sua sesta vittoria in questo 2017 vola a 33 punti su Dovizioso e a 50 su Vinales. Il mondiale è in tasca.

    Voto 9: Valentino Rossi

    Finalmente un po’ di luce in fondo al tunnel anche per Valentino Rossi. Il pluricampione italiano è stato autore di una buonissima gara, coronata col secondo posto finale dopo vari duelli molto accesi e molto maschi con i vari Zarco, Iannone e Vinales. Il pesarese ha avuto la meglio e su una pista amica ritrova il sorriso e il podio dopo il brutto infortunio alla gamba.

    Voto 8: Andrea Iannone

    Sesto posto conclusivo per Andrea Iannone, che ha tirato fuori gli artigli in una gara in cui il corpo a corpo si era rivelato l’unico mezzo per emergere. Il pilota della Suzuki è stato protagonista di alcuni duelli rusticani davvero intensi, spingendosi fino al secondo posto. Un calo negli ultimi due giri lo ha fatto tornare un po’ indietro, ma il sesto posto è un ottimo piazzamento che lo galvanizzerà.

    Voto 7: Johann Zarco

    Johann Zarco è un pilota che si è messo in gran luce durante quest’anno, guidando la Yamaha del 2016. Anche stavolta il francese ha lottato fino alla fine per portarsi a casa il podio, sfuggito sotto alla bandiera a scacchi in favore di Maverick Vinales. Il transalpino ha fatto vedere di essere un pilota vero, che ama anche il contatto e la bagarre vera. Un talento, anche in irruenza.

    Voto 6: Maverick Vinales

    Sufficienza per il pilota spagnolo della Yamaha. Maverick Vinales conquista il terzo gradino del podio, in un weekend che poteva essere altamente frustrante e deludente per la Yamaha, invece il giovane pilota si prende un risultato soddisfacente. Il lato negativo è che adesso può dire matematicamente addio alle speranze di titolo mondiale.

    Voto 5: Daniel Pedrosa

    Il finale di stagione di Pedrosa si sta rivelando altamente complicato. Anche in Australia, una pista a lui mai gradiata, è arrivato un dodicesimo posto vinto in volata su Andrea Dovizioso. Sembrava potesse essere l’anno del rilancio, invece Pedrosa con un finale di stagione opaco sta andando nell’oblio. Ha perso anche il quarto posto in classifica generale ai danni di Rossi.

    Voto 4: Scott Redding

    Il voto va soprattutto per la poca lealtà del pilota Ducati, che roba una posizione a Dovizioso sul finale di gara. Mossa lecita e giusta nei suoi interessi, meno in quelli di squadra. Vero però che il prossimo anno Redding non sarà più un pilota Ducati, ma la poca voglia di contribuire alla causa della sua casa madre è negativa.

    Voto 3: Andrea Dovizioso

    Stavolta Andrea Dovizioso deve prendersi un tre in pagelle per quanto ci ha fatto vedere. Una pessima qualifica dopo una caduta nelle FP4 e un tredicesimo posto in gara, frutto anche di un errore al secondo giro che lo aveva fatto precipitare fino al ventesimo. Il pilota della Ducati vede aggrapparsi ad un filo sottile le speranze di vincere ancora il titolo della MotoGP. Weekend da dimenticare.

    Voto 2: Jorge Lorenzo

    Ma qualcuno l’ha visto? Se non fosse stato per l’incidente spettacolare capitatogli durante le FP3 del venerdì, nessuno si sarebbe accorto della sua presenza. Da un cinque volte campione del mondo ci si aspetta ben altro, il risultato di gara è inqualificabile per un pilota come lui. Continua la stagione personale negativa.

    Voto 1: Danilo Petrucci

    Danilo Petrucci ci ha abituati troppo spesso a gare di altissimo profilo e ormai eravamo sicuri di vederlo sempre davanti a lottare con i primi. Stavolta le cose sono andate diversamente, Danilo ha chiuso al ventesimo posto un weekend funesto, tra i peggiori del suo 2017. Urge cambiare rotta il prima possibile.

    Voto 0: Ducati

    Uno dei weekend più importanti degli ultimi anni, con un pilota (Dovizioso) in piena lotta per il mondiale. Il risultato finale? Un totale fallimento. Sulla pista di Phillip Island si spengono, forse, i sogni di gloria del team e di Andrea. Peccato perché la stagione è stata bella e ricca di soddisfazioni con i cinque successi di Dovizioso, e per i buoni podi di Petrucci e per alcuni lampi di Jorge Lorenzo. Stavolta le cose sono andate male, con la beffa di Redding che ruba qualche punto a Dovizioso. Lo stesso Dovi poi si lamenta dell’incapacità della Ducati di essere competitiva nella percorrenza e il tutto sa di una issata virtuale di bandiera bianca.