Motogp Australia: anche Lorenzo si scaglia contro Toseland

anche Jorge Lorenzo critica la condotta di gara in Australia di James Toseland

da , il

    Gia’ a fine gara del GP d’Australia era stato Andrea Dovizioso ha prendersela con l’inglese James Toseland autore, secondo il pilota forlivese, di una condotta di gara scorretta, che non gli ha permesso di concludere la sua grande rimonta piu’ in alto del settimo posto finale. Adesso anche l’altro protagonista della bagarre di Phillip Island, lo spagnolo Jorge Lorenzo, ha voluto dire la sua, continuando a criticare l’ex campione mondiale Superbike per il suo stile di guida troppo “aggressivo”.

    Toseland a Phillip Island probabilmente ha corso la sua migliore gara stagionale, ma lo ha fatto correndo in maniera aggressiva“, afferma Jorge Lorenzo. “A me e ad Andrea Dovizioso ha fatto “da tappo” per 20 giri. Valentino è riuscito a superarlo in un momento favorevole, noi non ci siamo riusciti e siamo stati così costretti a restargli dietro. Peccato perchè potevamo sicuramente seguire Valentino e magari lottare per il podio… Mi ha ricordato un pò le gare della 125cc“.

    Sinceramente non ci piacciono queste critiche a James Toseland, che ha il suo stile di guida che si e’ dimostrato anche efficace in alcune gare. Il pilota inglese viene da una realta’ dove le sportellate si danno e si prendono: nella Motogp sembra che tutti debbano usare il fioretto. Non puo’ essere colpa di Toseland se Lorenzo non e’ riuscito a stare dietro ad un grande Valentino: quello che si evidenzia da questa polemica e’ che il gioco duro e’ sbagliato sempre quando a farlo sono gli altri. Appena c’e’ un sorpasso duro ecco che chi lo subisce inizia il “pianto”, non rendendosi conto che nelle stesse condizioni del suo avversario, avrebbe fatto la stessa cosa.

    Il piu’ forte di tutti, Valentino Rossi, ha dimostrato che quando arriva l’ora di fare a sportellate non si tira indietro e lo stesso Jorge Lorenzo nella sua carriera di entrate dure ne ha fatte parecchie. Quindi, non sparate sul pianista: ce ne fossero di piloti aggressivi come Giacomino Toseland in questa Motogp di finte educande.