MotoGP Australia: Ducati e Stoner puntano alla vittoria

Dopo la brutta gara di Sepang, Stoner cerca di ritrovare fiducia e punti tra le curve del circuito casalingo di Philip island

da , il

    Casey Stoner torna in Australia

    Il prossimo pilota della HRC nel 2011, Casey Stoner non vede l’ora di correre sulla pista casalinga di Phillip Island e dimenticare il GP della Malesia. Il centauro australiano della Ducati vuole infatti buttarsi alle spalle l’ennesima caduta procuratasi sul circuito internazionale di Sepang e tornare a lottare per la vittoria. Il campione del mondo 2007 si aspetta una gara molto combattuta in una delle piste più belle e lunghe del Motomondiale, nonchè una delle sue preferite.

    Dopo la brutta performance offerta sulla pista di Sepang, Casey Stoner cerca di ritrovare la fiducia nei propri mezzi e soprattutto i punti tra le curve del circuito casalingo di Philip island.

    Prima del GP della Malesia 2010, il ducatista aveva trionfato ad Aragon e a Motegi, ridando il sorriso ai tanti tifosi della Desmosedici, ma sono bastate poche curve il terra malese per farlo tornare nei panni di Rolling Stoner.

    Ora che la MotoGP sbarca in Australia, sua terra natale, Casey non vede l’ora di regalare una bella prestazione ai suoi tanti tifosi nelle terra dei canguri: “sono ovviamente contento di correre a Phillip Island, anzi non ne vedo l’ora. Nelle ultime tre gare lì abbiamo fatto bene e considerando il livello raggiunto dalla nostra moto in questo momento, possiamo aspettarci di continuare così. Naturalmente sono un po’ dispiaciuto di arrivare alla gara di casa dopo il risultato di domenica scorsa in Malesia ma bisogna guardare avanti e pensare al lavoro da fare nel prossimo week-end. Mi aspetto una gara molto combattuta è una delle mie piste preferite ma anche della maggior parte dei piloti e ha sempre dato vita a Gran Premi spettacolari”.