MotoGP Australia: Lorenzo ammette la superiorità di Stoner

Lorenzo ammette che Stoner era imprendibile sul circuito di Philip Island e porge i suoi complimenti al pilota australiano dominatore della scena

da , il

    Stoner e Lorenzo in Australia

    Ap/LaPresse

    Il pilota della Yamaha, Jorge Lorenzo si è dovuto accontentare del secondo posto alle spalle di Casey Stoner nel Gran Premio di Australia 2010, andato in scena sul tracciato internazionale di Phillip Island. Il pilota maiorchino della M1, nonchè nuovo campione del mondo 2010, ha concluso a più di otto secondi dal pilota della Ducati, ma si è detto comunque soddisfatto di questo risultato dopo qualche gara dove non è riuscito a convincere pur conquistando il titolo mondiale.

    Il nuovo numero 1 della MotoGP, Lorenzo ammette che Stoner era davvero imprendibile sul circuito di Philip Island e porge i suoi complimenti al pilota australiano, vero e proprio dominatore della scena con una Desmosedici a dir poco perfetta.

    Il maiorchino del Team Fiat ammette che non poteva nulla contro il centauro australiano, ma rimanda l’appuntamento con la vittoria al prossimo step della MotoGP: “sapevamo che oggi Casey sarebbe stato difficile da battere! Ho fatto del mio meglio, sono andato più forte che potevo all’inizio e sembrava che stavo recuperando qualcosa, ma poi al giro successivo Casey allungava di qualche decimo. Ho continuato a provare, ma non avevo molte speranze e a metà gara ho deciso che era meglio non correre rischi. Mi è piaciuto molto correre oggi, è stato divertente, ma questo era la gara di Casey. E’ bello essere di nuovo sul podio e ora posso tornare a Maiorca da campione del mondo per le celebrazioni con i miei amici e familiari. Oggi abbiamo vinto anche il titolo team e questo dimostra che è una grande stagione per tutti noi”.