MotoGP Australia: numeri e curiosità

Il circuito di Phillip Island è da sempre tra i più affascinanti e apprezzati da pubblico e piloti: 4

da , il

    Il circuito di Phillip Island è da sempre tra i più affascinanti e apprezzati da pubblico e piloti: 4.448 metri di pista con vista mozzafiato sull’Oceano Pacifico! Ecco un po’ di numeri e curiosità sul Gran Premio di Australia

    Cominciamo dai piloti australiani, che hanno conquistato per sette volte la vittoria sul circuito di casa: Wayne Gardner nel 1989 e 1990, Mick Doohan nel 1992, 1995 e 1998, Casey Stoner nelle ultime due edizioni.

    Quella di quest’anno sarà la 21ma edizione dell’Australian Grand Prix, che si corre ininterrottamente dal 1989 anche se per sei anni (dal 1991 al 1996) si è disputato ad Eastern Creek.

    L’isola di Phillip Island si trova a 140 chilometri da Melbourne; deve il suo nome da Arthur Phillip, governatore del Nuovo Galles del Sud.

    Il circuito di Phillip Island è stato costruito nel 1951, ma la prima gara sull’isola risale al 1928.

    A Phillip Island nel 2001 si è corsa la gara più combattuta di sempre nella classe regina, con nove piloti sul traguardo nello spazio di soli 2.832 secondi.

    In caso di vittoria di uno dei piloti Yamaha, la casa giapponese raggiungerebbe quota 13 successi stagionali, eguagliando il proprio record del 2005 e portandosi a ridossi della rivale Honda (ferma a 15 vittorie).

    Una vittoria in Australia eguaglierebbe inoltre la striscia più lunga di trionfi della Yamaha, conquistata nel 2005 e 2008.

    Ricordiamo che con la pole di Jorge Lorenzo ad Estoril la Yamaha ha già stabilito il proprio record (11) di pole in una stagione.

    Difficile, ma la classe 250 potrebbe assegnare il suo ultimo titolo prima della trasformazione in Moto2: al giapponese Hiroshi Aoyama mancano 50 punti (da raccogliere in tre GP) e potrebbe laurearsi campione mondiale già a Phillip Island (in caso di vittoria con Bautista e Simoncelli, suoi diretti avversari, fuori dalla zona punti).

    Ancora più probabili i festeggiamenti nel mondiale della classe 125, con lo spagnolo Julias Simon a soli 25 punti dal titolo iridato.

    E infine facciamo gli auguri a Casey Stoner: il pilota australiano, neanche a dirlo vero e proprio idolo locale, festeggia il suo 24imo compleanno proprio nel primo giorno di prove.