MotoGP Barcellona 2014: Honda festeggia con Marquez e Pedrosa

Tempo di interviste ai protagonisti della gara della MotoGP 2014 da Barcellona

da , il

    In casa Honda c’è da festeggiare e tanto. Sia per il settimo successo consecutivo di Marc Marquez, sia per la ritrovata competitività di Dani Pedrosa. Il Cabroncito non è stato per nulla perfetto lungo tutto il weekend, dalla qualifica titubante alla gara condita da diversi errori. Ma alla fine ha vinto sempre lui. Pedrosa invece si è dimostrato un avversario indomabile come poche volte lo si è visto in carriera. Ha dato filo da torcere al compagno fino all’ultima curva, arrivando perfino al contatto. Ma vediamo insieme le parole dei due protagonisti spagnoli.

    Marquez: E’ stata più dura del Mugello

    E’ stata durissima, più che al Mugello, qui ho fatto più fatica”. Lo ha detto Marc Marquez al termine del Gran Premio di Catalogna classe MotoGp, vinto dallo spagnolo della Honda davanti a Valentino Rossi. Proprio sul duello con il pilota della Yamaha, lo spagnolo campione del mondo racconta ai microfoni di Sky Sport: “Finché ero sul rettilineo, sono andato dritto perché ho visto che sia io che Rossi potevamo fuori pista, quindi ho deciso di andarci solo io”. “Abbiamo fatto una bellissima gara – aggiunge Marquez – complimenti a tuti i tifosi spagnoli che hanno spinto tanto”.

    Pedrosa: è stata una gara bellissima

    “Oggi non importa quanti punti ho preso, è stata una gara bellissima”. Dani Pedrosa commenta così il terzo posto ottenuto nel Gran Premio di Catalogna, alle spalle di Marc Marquez e Valentino Rossi. Con Lorenzo eravamo in quattro li davanti, poi con Rossi alla fine in tre”, spiega lo spagnolo della Honda ai microfoni della Honda. “Ci sono tanti sorpassi, la gara è stata bella anche alla fine quando ci ho provato. Marquez ha chiuso le porte, guidando più stretto di prima. Era difficile per me mettere la ruota davanti, ho toccato e alla fine sono finito terzo ma son contentissimo per come è finita la gara, mi sono divertito”. Pedrosa si rallegra per i progressi visti in Catalogna, “ho fatto una bella qualifica, una bella partenza, i primi giri sono stati veloci, nelle precedenti gare non ci ero riuscito. Abbiamo trovato bel setting e questo è importante. E il braccio va molto meglio”.