MotoGP Barcellona 2014, Marquez: “i tifosi spagnoli meritano grande spettacolo”

Le parole dei protagonisti prima del settimo round del Mondiale della MotoGP 2014 da Barcellona in Spagna

da , il

    marquez catalunya 2014

    Vincendo domenica sul circuito di casa del Montmelò, Marc Marquez diventerebbe il più giovane pilota di sempre a vincere sette gare consecutive in MotoGP, battendo il record che per ora è nelle mani di Valentino Rossi. Il Gran Premio di Catalunya, settima prova del Mondiale 2014, non è però una delle gare preferite dal giovane spagnolo della Honda che ci ha vinto solo una volta in carriera. “Ma adesso ho più esperienza e i tifosi che mi seguiranno qui meritano un grandissimo spettacolo” dice il Cabroncito.

    Un altro piccolo passo nella storia: questo l’obiettivo per domenica di Marc Marquez che vincendo anche il Gran Premio di Catalunya a Barcellona diventerebbe il più giovane pilota della storia a vincere sette gare consecutive nella classe regina, record che finora è detenuto da Valentino Rossi. Non solo, ma centrando la vittoria al Montmelò, Marquez incrementerebbe il suo già enorme vantaggio sugli inseguitori in classifica generale: un vantaggio mai stato così ampio nella storia della MotoGP dopo un solo terzo di campionato. “Mi sono davvero divertito nella battaglia con Lorenzo al Mugello, è stata magnifica! Ora però torniamo a casa, al Montmelò, una pista su cui non mi sono divertito molto di recente, ma che ha un buon layout. Inoltre ho un anno di esperienza in più, quindi mi auguro che le cose andranno diversamente quest’anno” dice Marquez che a Barcellona ha vinto solo una volta in carriera ai tempi della 125 e che lo scorso anno finì terzo dietro a Lorenzo e Pedrosa. “I miei tifosi si faranno tutto il viaggio per venire a sostenerci e questo mi dà una motivazione in più: spero di poter dare spettacolo per tutti loro”.

    Determinato a fare bene davanti ai suoi tifosi anche Dani Pedrosa, reduce dal quarto posto al Mugello in una gara condizionata da forti dolori al braccio operato di recente. “Correre al Mugello è stato più difficile di quanto mi sarei aspettato, il mio braccio non era ancora al 100%. Dopo la gara ho fatto un check-up che ha confermato che sto guarendo bene, quindi spero di stare meglio questo fine settimana per entrare nella battaglia con i più veloci. La pista del Montmelò è bella, l’atmosfera è davvero incredibile! Speriamo che anche il tempo sia bello e di riuscire a fare un buon fine settimana”.

    Sesto due settimane fa al Mugello, ma lontano dai migliori. Cosa aspettarsi da Andrea Dovizioso e dalla Ducati nel fine settimana catalano? Ce lo dice lo stesso pilota romagnolo che l’anno scorso all’esordio con la Rossa di BorgoPanigale arrivò settimo, ma che in passato è anche riuscito a vincere in 250 con la Honda e a salire sul podio in MotoGP con la Yamaha nel 2012: “spero di fare bene al Montmelò con la mia Ducati GP14: è un tracciato molto particolare, con numerose curve veloci e un lungo rettilineo. L’anno scorso purtroppo non sono andato molto bene, ma comunque questa rimane sempre una delle mie piste preferite. La Desmosedici è migliorata rispetto all’anno scorso, e noi dobbiamo sempre cercare di dare il massimo”.

    [sondaggio id="445"]

    Deve invece riscattare la caduta del Mugello e un primo terzo di stagione da dimenticare l’altro pilota della Ducati, Cal Crutchlow. “Dopo la sfortunata caduta del Mugello, farò di tutto per migliorare a Barcellona. Credo che sarà un tracciato abbastanza difficile per noi, a causa delle numerose lunghe curve che potrebbero crearci qualche problema in più. Noi faremo del nostro meglio: siamo sempre forti in frenata e molto veloci sul rettilineo, e il nostro atteggiamento è sempre positivo”.