MotoGP Barcellona 2014, Rossi: “sarà durissima stare davanti coi tre spagnoli”

E' andata meglio rispetto al decimo posto in griglia del Mugello, ma Valentino Rossi non è comunque soddisfatto del suo quinto tempo in qualifica ottenuto a Barcellona nel Gran Premio di Catalunya

da , il

    E’ andata meglio rispetto al decimo posto in griglia del Mugello, ma Valentino Rossi non è comunque soddisfatto del suo quinto tempo in qualifica ottenuto a Barcellona nel Gran Premio di Catalunya. “Non sono ancora abbastanza veloce e in queste condizioni domani sarà durissima stare a contatto con i tre spagnoli davanti” dice il Dottore al termine delle qualifiche.

    Dalla pole domani scatterà Dani Pedrosa che torna davanti a tutti dopo 17 gare di astinenza: lo spagnolo della Honda precede i connazionali Lorenzo e Marquez, il quale manca il record di otto pole consecutive, ma resta fiducioso per la gara.

    Non sa se essere contento o deluso per il quinto posto ottenuto nelle qualifiche del Gran Premio di Catalunya, Valentino Rossi. “Contento di come è andata rispetto al Mugello, perché stare nei primi cinque non è mai facile, anche se la prima fila sarebbe stata meglio. Però anche oggi, come ieri, non sono stato particolarmente veloce e abbiamo ancora problemi in entrata che dobbiamo assolutamente risolvere. Abbiamo la possibilità di essere veloci, ma in questi giorni Lorenzo è sempre andato un po’ meglio di me, specie nell’ultimo settore. E’ lì che devo migliorare. Qui i tre spagnoli vanno fortissimo e domani stare lì davanti insieme a loro sarà durissima“.

    Finisce l’astinenza da pole di Dani Pedrosa che torna a partire davanti a tutti dopo 17 gare e lo fa nella sentitissima gara di casa. “Bella, bellissima la pole a casa, davanti ai miei tifosi, alla mia famiglia. Mi sono trovato molto meglio in qualifica rispetto alle precedenti occasioni quest’anno. Ho spinto bene già con la prima gomma, poi al secondo tentativo, nonostante un errorino, sono riuscito a fare molto bene e a centrare la pole. Sono davvero molto contento”.

    Meno contento Marc Marquez che non digerisce la pista del Montmelò e perde l’occasione di battere il record di pole consecutive stabilito da Stoner nel 2008. Lo spagnolo, come l’australiano, si ferma a 7 e maledice l’ultimo tentativo in cui è scivolato con la sua Honda. “Ho provato a dare tutto, era l’ultimo tentativo e serviva forzare per provare a centrare la pole. Purtroppo alla prima curva ho stacco oltre il limite e sono scivolato, ma ho dovuto rischiare. Non sempre va bene e sappiamo che qui facciamo più fatica, però la prima fila non è male e speriamo di poter fare una buona gara domani”.

    Tra i due piloti Honda si inserisce Jorge Lorenzo con la Yamaha. “E’ andata molto bene, anche se la pole mi è sfuggita per solo un decimo. Abbiamo trovato un buon setting nonostante l’asfalto molto scivoloso e pieno di buche. Per fare il mio miglior giro ho dovuto forzare alcune staccate, ma per fortuna è andata bene. Partire dalla prima fila qui è ottimo, speriamo di andare bene anche in gara”.

    Altro spagnolo protagonista molto atteso è Aleix Espargaro, sesto in griglia dietro alla Yamaha ufficiale di Valentino Rossi e migliore tra le Open. “Speravamo di poter centrare la pole qui a Barcellona davanti al nostro pubblico, ma non ce l’abbiamo fatta. Sono comunque contento perché qui fa caldo e quando fa caldo noi soffriamo parecchio. Inoltre sono fiducioso per la gara perché anche in Fp4 in configurazione da gara ho ottenuto il quarto tempo e questo mi fa ben sperare per domani”.