MotoGP Barcellona 2016, polemiche Valentino Rossi: chi ha mentito sull’incidente di Salom?

MotoGP Barcellona 2016 - Le polemiche di Valentino Rossi dopo le qualifiche hanno fatto discutere. Chi aveva ragione?

da , il

    MotoGP Barcellona 2016 – Il Gran Premio di Catalunya è andato in archivio con la bella vittoria di Valentino Rossi. Il Dottore, dopo una fantastica progressione, è riuscito ad aver la meglio di Marc Marquez nei giri conclusivi. Un successo che riporta il pilota di Tavullia in scia dei due spagnoli nella classifica del mondiale piloti. Valentino è stato protagonista dentro e fuori la pista, con dichiarazioni che hanno fatto storcere il naso a molti addetti ai lavori. Il pilota della Yamaha ha infatti polemizzato, Sabato dopo le qualifiche, contro la Dorna per aver deciso di modificare il layout del tracciato dopo il tragico incidente di Salom.

    Valentino Rossi o Ezpeleta: chi ha detto la verità?

    Le dichiarazioni di Rossi sono state fuori luogo tanto che molti piloti, Pol Espargarò su tutti, hanno inveito contro il 46 della Yamaha. Se n’è parlato tanto, con tifosi e giornalisti faziosi che hanno detto la loro sulla vicenda, ma noi abbiamo provato ad analizzare meglio quello che è successo per capire cosa non è andato. Ezpeleta, patron della Dorna, ha dichiarato Sabato mattina: “Per la scelta del nuovo layout è stato decisivo anche il contribuito dei 10 piloti della MotoGP, che hanno aiutato e lavorato con attenzione per trovare una soluzione. Ringrazio comunque anche tutti gli altri piloti delle varie classi che ci hanno aiutato in una maniera incredibile”. Dopo le qualifiche, Rossi ha polemizzato dicendo che era tutto una bugia di Epzeleta e che le modifiche erano state solo per aiutare qualcuno, in chiaro riferimento al passo migliore delle Honda in quel settore. Il pensiero del Dottore, in considerazione del fatto che era morto un ragazzo 24 ore prima, è stato fuori luogo. Come detto, molti piloti e addetti ai lavori hanno criticato le dichiarazioni di Valentino, ma la Dorna ha fatto finta di nulla. Perchè? In qualsiasi sport, se un tesserato attacca la Federazione in questo modo viene punito o ammonito, ma in questo caso nessuno è più tornato sull’argomento. C’è qualcosa che non è stato spiegato? Il Sabato di Barcellona è stata una polveriera quando dove essere un momento di lutto per l’intero motomondiale. Un tutti contro tutti che non è piaciuto a nessuno. Tutto è ruotato ovviamente intorno a quella, ahimè, famosa curva. Era pericolosa? se si, tanto da essere modificata l’ultima parte del layout, perchè si è dovuto aspettare l’incidente mortale? Non lo si poteva capire prima del weekend di gara ed evitare il decesso? Se invece è stato un guasto tecnico a far cadere Salom, come ha detto Rossi, e la curva è considerata sicura, perchè è stata lo stesso modificata? Potenzialmente qualsiasi caduta anomala potrebbe essere mortale per un pilota. Tanti interrogativi che, anche per via di un regolamento non troppo chiaro, hanno portato ad una polveriera evitabile sopratutto in considerazione del fatto che tutto è stato fatto per il decesso del povero Salom.