MotoGP Barcellona 2017, anteprima: il mondiale continua in Catalunya

L'anteprima della MotoGP Barcellona 2017. Le aspettative del Gran Premio della Catalunya, settima prova del campionato. Valentino Rossi ha già vinto dieci volte su questa pista.

da , il

    MotoGP Barcellona 2017, anteprima: il mondiale continua in Catalunya

    Tutti hanno ancora negli occhi la fantastica tripletta italiana al Mugello, ma è già tempo di ritornare in pista per la MotoGP Barcellona 2017, settima prova del campionato. Due gare consecutive hanno tanti pro e contro. Per i piloti sarà l’occasione di sfruttare quello di buono fatto la settimana precedente, oppure ideale per dimenticarsi un weekend amaro tornando subito a gareggiare. Tra i lati negativi c’è sicuramente il poco tempo per riposarsi, con i riders costretti agli straordinari. Anche per i team non c’è ovviamente molto tempo per analizzare al meglio le telemetrie e dati del Mugello, per questo motivo dovranno trovare i giusti accorgimenti con il materiale a disposizione. In ottica iridata sarà interessante capire chi riuscirà a lottare con Maverick Vinales. Lo spagnolo della Yamaha è stato finora una certezza, ma dietro di lui ci sono stati molti avvicendamenti in queste prime gare. Da Marquez a Rossi, passando da Pedrosa ed infine Dovizioso. Quattro piloti che si sono alternati al secondo posto nella graduatoria, ma nessuno che è riuscito finora ad avvicinarsi al leader della classifica. A Barcellona si correrà anche in memoria di Luis Salom, pilota della Moto2 morto durante le prove libere dell’anno scorso. CLICCA QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA GARA DELLA MOTOGP BARCELLONA 2017 CON RISULTATI E CLASSIFICHE!

    Anteprima MotoGP Barcellona 2017

    Il Gran Premio di Barcellona potrebbe risultare molto importante per il proseguo della stagione. Vinales, dopo essere riuscito a mettere un GP tra sè e il resto del gruppo (il vantaggio su Dovizioso, secondo, è di 26 punti), proverà a cogliere un altro successo per dare un’altra spallata alla concorrenza. La pista di Barcellona ha tanti bei ricordi per Valentino Rossi. Il “Dottore” ha vinto ben 10 volte su questo tracciato e l’ultimo successo risale al 2016. Il pilota di Tavullia, scivolato ora a -30 nella classifica generale, dovrà provare a vincere per iniziare a ridurre il gap dal compagno di box. Il grip dell’asfalto di Barcellona potrebbe essere un fattore molto importante.

    Honda alla prova del nove a Barcellona

    La Honda, deludente al Mugello, spera di trovare le stesse condizioni trovate a Jerez per tornare a vincere. Ci si aspetta segnali positivi anche da Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha già vinto cinque volte su questo tracciato e dopo i test del mese scorso avrà già una base di partenza su cui lavorare. Tanti outsider sono pronti a recitare un ruolo da protagonista. Petrucci e Bautista arrivano a Barcellona galvanizzati dalla bellissima gara del Mugello. Zarco è stato quasi sempre competitivo in gara, mentre Crutchlow vuole dimenticare l’incidente di settimana scorsa. Ci si aspetta anche un segnale dalla Suzuki. La casa di Hamamatsu porterà ad Andrea Iannone un nuovo telaio. La speranza è quella di ritornare competitivi per le posizioni che contano. Dopo il tragico incidente dell’anno scorso, che vide vittima Luis Salom, la federazione ha deciso di modificare il layout della pista per evitare che si ripetano incidenti mortali. Introdotta una nuova chicane dopo la curva 13 ed è stata inoltre allargata la via di fuga della stessa curva. Infine è stata tolta la pericolosissima erba sintetica che era presente in tanti punti del tracciato.