MotoGP: Ben Spies nei Fab Four?

I test MotoGP di Ben Spies hanno dimostrato tutto il talento del centauro texano e fanno sperare in una grande prima stagione in classe regina: il pilota del Monster Yamaha Tech3 ha chiuso la due giorni di prove di Losail con il quarto miglior tempo e in molti vedono in lui un futuro asso del Motomondiale e un "pericoloso" rivale per Valentino Rossi e Casey Stoner nella lotta al titolo iridato 2010

da , il

    I test MotoGP di Ben Spies hanno dimostrato tutto il talento del centauro texano e fanno sperare in una grande prima stagione in classe regina: il pilota del Monster Yamaha Tech3 ha chiuso la due giorni di prove di Losail con il quarto miglior tempo e in molti vedono in lui un futuro asso del Motomondiale e un “pericoloso” rivale per Valentino Rossi e Casey Stoner nella lotta al titolo iridato 2010.

    E molti piloti della MotoGP, incluso l’australiano della Ducati, hanno un’ottima opinione del campione del mondo della Superbike.

    Ben Spies va forte. Fortissimo. Texas Terror parla poco e da molto gas, spingendo la sua Yamaha M1 fino al quarto posto dei test di Losail.

    Complice la pessima prova di Daniel Pedrosa, si candida già da ora come uno dei piloti di riferimento della MotoGP.

    Eppure il campione mondiale della Superbike si concentra sulla caduta e dichiara di voler restare concentrato in vista del primo gran premio della stagione: “Non è stata una grande ultima giornata di test, ma può succedere. Tutto quello che poteva andar storto, è andato storto stasera, ma per mia fortuna l’inverno di prove è stato positivo ed è stata la prima volta in cui ho incontrato dei problemi,” ha dichiarato il pilota del Team Monster Yamaha Tech3, “Purtroppo sono caduto in una curva dove 4 piloti sono scivolati nell’arco di 30 minuti, questo vuol dire che la zona era critica. Questa disavventura ci ha un pò condizionato, ma nel complesso i test sono buoni e posso assicurare al mio team che sarò competitivo per la prima gara.

    Spies vola basso, dunque, ma a parlare per lui c’è addirittura Casey Stoner: “Ben è un ragazzo intelligente ed ha affrontato il passaggio in MotoGP veramente nel modo giusto,” ha affermato il rider Ducati, “Quando è in pista, anche se ha esperienza, non pensa che i trucchi di guida che conosce possano funzionare con queste moto, vi ha rinunciato, e sta provando a guidare la MotoGp come deve essere guidata. E’ già molto veloce… Forse nella prima parte della stagione soffrirà un po’, ma ne verrà fuori!