MotoGP: Ben Spies ringrazia Casey Stoner

Ben Spies amico di Casey Stoner? Ebbene sì: a quanto pare il giovane talento del Team Yamaha Tech3 e il pilota di punta della Ducati sono grandi amici, con il campione australiano che dispensa consigli e fa da “fratello maggiore” a Texas Terror per aiutarlo a “svezzarsi” in questa sua prima stagione in sella a un prototipo MotoGP

da , il

    Ben Spies sarà uno dei protagonisti della MotoGP 2010? Riuscirà da subito a diventare uno dei Top Rider (magari prendendo il posto di un appannato Dani Pedrosa in quelli che ormai sono da tutti considerati i Fab Four della classe regina) e a collezionare vittorie nei Gran Premi?

    La Yamaha punta molto sul giovane statunitense, anche se sembrerebbe che Texas Terror abbia come punto di riferimento non il campionissimo della casa dei tre diapason, l’italiano Valentino Rossi, ma un certo australiano della Ducati

    Ben Spies amico di Casey Stoner? Ebbene sì: a quanto pare il giovane talento del Team Yamaha Tech3 e il pilota di punta della Ducati sono grandi amici, con il campione australiano che dispensa consigli e fa da “fratello maggiore” a Texas Terror per aiutarlo a “svezzarsi” in questa sua prima stagione in sella a un prototipo MotoGP.

    Con Casey parlo molto, anche di argomenti non inerenti al motociclismo,” ha dichiarato lo statunitense, “Lo apprezzo molto. E nonostante trovi qualche opposizione da parte dei media, è pur sempre un vero pilota. E questo mi piace.

    Spies ha subito creato un buon rapporto anche col compagno di squadra Colin Edwards, che puntualmente non perde occasione di ringraziare per il supporto che gli sta fornendo in questi mesi, ma questo non cancella l’enorme stima che il campione del mondo della Superbike sembra provare nei confronti del ducatista, considerato un pilota talentuoso e concentrato sulle corse: “Stoner è qui solo per correre in pista, e io per questo lo rispetto molto. Non a caso quando mi da dei consigli sono sempre ben disposto ad accettarli. Del resto è sempre interessante ascoltare qualcuno che è così veloce.

    In Yamaha dovranno dunque ringraziare anche l’acerrimo rivale di Valentino Rossi se la maturazione di Ben Spies lo porterà ai livelli più alti del Motomondiale.