MotoGP Brno 2013: il Motomondiale approda in Repubblica Ceca [FOTO]

Anteprima del gran Premio della Repubblica Ceca 2013 della MotoGP sul circuito di Brno

da , il

    Brno

    A poco più di quattro giorni di distanza dal Gran Premio di Indianapolis, la MotoGP sarà pronta per scendere in pista sul circuito di Brno per l’undicesimo round di questa stagione 2013. La tappa in Repubblica Ceca sarà la seconda gara consecutiva che si disputerà senza pausa di una serie di tre Gran Premi che troverà sosta soltanto dopo Silverstone, appuntamento che chiuderà questo ciclo ininterrotto di gare. I piloti dunque approdano a Brno senza aver avuto molto tempo a disposizione per potersi rilassare dopo il week-end americano e sono pronti a proseguire questa prova di forza in questo campionato che, dopo la lunga pausa estiva, ha ripreso la sua corsa con un ritmo che metterà a dura prova tutti i piloti del circus della MotoGP.

    Brno circuito bellissimo

    Il circuito di Brno è uno degli impianti più belli e graditi dai piloti della MotoGP; un tracciato molto fluido con tratti decisamente veloci e tecnici che esaltano le prestazioni dei prototipi della MotoGP. Brno è uno dei percorsi più lunghi e completi che si possano trovare nel calendario del Motomondiale in cui nelle ultime due edizioni ha visto trionfare un pilota della casa di Tokyo. Circuito che però mette sul piatto della bilancia dei successi negli ultimi anni ben tre marchi diversi, con due vittorie anche per Ducati, prima con Capirossi nel 2006, poi con Stoner nel 2007; segue una striscia di tre vittorie par la casa dei tre diapason fino al 2010, poi ancora Honda fino alla gara della scorsa stagione con il successo di Dani Pedrosa. L’impianto di Brno è tra i migliori in cui oggi la MotoGP può ancora correre e gli spunti che fin’ora questa stagione ci ha offerto, renderanno questo Gran Premio ancora più interessante.

    Uno sguardo alla stagione

    L’appassionante stagione 2013 della MotoGP ci ha davvero riservato molte sorprese sotto diversi aspetti; il fenomenale esordio di Marc Marquez in una categoria dominata dai piloti più forti del mondo è stato spesso esaltato dalle prestazioni notevoli che il giovane rookie di casa Honda ha messo in evidenza da 10 gare a questa parte. L’ultima impresa fenomenale arriva proprio da Indianapolis dove Marquez ha preso tutto quello che c’era da prendere nel GP americano non lasciando niente agli avversari. Un dominio netto, pulito e sopratutto incontrastato visti anche i rilevamenti cronometrici che l’impianto statunitense ha registrato nell’intero arco del week-end. Il giovane esordiente si presenta in Repubblica Ceca forte del suo primato in classifica e con una striscia di 3 vittorie consecutive; sono dati impressionanti per un pilota che alla sua prima apparizione nella classe regina annichilisce totalmente la concorrenza. Indianapolis però è stato anche il GP in cui si sono visti nuovamente nelle posizioni che competono anche gli altri due piloti spagnoli che sembrano aver decisamente recuperato la forma necessaria per poter riaccendere ulteriormente questa corsa al titolo 2013.

    Il nostro intervento in radio

    Ascoltateci in radio, cliccate

    [sc_embed_player fileurl="http://derapate.allaguida.it/img/Moto_indi.mp3"]

    Che Gran Premio sarà?

    E’ la classica domanda a cui non è mai facile rispondere alla vigilia di un Gran Premio! Quest’anno in particolar modo, nonostante gli ultimi straordinari successi di Marquez, resta sempre difficile pronosticare un probabile scenario che possa definirsi scontato. Brno è un circuito completo che potrebbe favorire molti piloti di qualunque scuderia e avanzare un’ipotesi in merito al probabile vincitore di questo GP sarebbe prematuro. Di certo c’è che Honda ha davvero ogni carta in regola per proseguire una corsa sempre più avvincente e costellata di successi in questa stagione, ma è anche vero che la Yamaha ha avuto già modo di provare durante i test questo tracciato e potrebbe trarne un vantaggio importante nei confronti dei suoi avversari. Il margine che Marquez ha accumulato sui suoi diretti inseguitori è ancora troppo piccolo per poter dire di essere al sicuro e un successo su questa pista da parte di un altro pilota, potrebbe seriamente dare il via all’ennesimo stimolante colpo di scena di questa stagione, particolare che fin’ora non è certo mancato.

    Buon Gran Premio a tutti!

    A cura di Alessio Mora