MotoGP Brno 2014, Marquez: “sarà una bella gara con Rossi, Lorenzo e Pedrosa”

Ecco le parole dei piloti dopo gli esiti delle qualifiche della MotoGP a Brno 2014

da , il

    Siamo giunti alla fine di questa giornata di sabato dalla Repubblica Ceca per la MotoGP a Brno 2014. Le prove libere 3 hanno visto letteralmente il dominio delle Honda, con davanti quella di Pedrosa e subito dietro quella di Marquez. Nelle FP4, invece, ha brillato per la sua performance Valentino Rossi, che purtroppo è scivolato sul finire della sessione ed ha riportato un’escorazione al mignolo della mano sinistra. Nelle qualifiche, quindi, il Dottore non è riuscito ad esprimere al meglio tutto il suo potenziale. Pole position per un incredibile Marc Marquez, secondo e terzo, velocissimi, Dovizioso e Iannone. È il momento di sentire le parole dei piloti, intervistati subito dopo le qualifiche.

    Il primo ai microfoni è Dovizioso, che esordisce con: “il secondo posto più importante”. “Ad Indy – continua Andrea - ho fatto un gran bel giro, ma dietro a Marquez. Invece, qua, Valentino un po’ distante mi ha un po’ aiutato a tirar fuori ancora di più. Ma avevo il giro, me lo sentivo”. Dovizioso ha poi aggiunto: “siamo stati veloci tutto il weekend. Sono contento perchè stiamo migliorando la velocità. Il passo per 22 giri sarà difficile: non riusciremo a mantenere dei tempi esagerati per tutta la gara. Ma siamo sempre più veloci”. Positivo, ma comunque cauto riguardo alla corsa: “domani sarà una gara difficile, ma ci stiamo avvicinando. Questo sarà l’obiettivo di quest’anno”. “Il nostro passo con la gomma posteriore media è buono. Ad Indy abbiamo preso 20 secondi, qui dobbiamo ridurre il gap”. Conclude dicendo: “sinceramente non mi aspettavo di ripartire dopo l’estate e di riuscire a recuperare qualcosa”.

    Parola all’altro italiano in prima fila. Parla Andrea Iannone: “ieri ero deluso perchè ho avuto problemi durante la mattina. Quando vai male cerchi di capire perchè ed oggi siamo partiti nettamente meglio, siamo andati bene durante tutti i turni”. “Per domani devo trovare qualche decimino di passo, perchè Dovizioso mi fa sempre dannare un pochino”, dice sorridendo. Riguardo all’ottimo risultato in qualifica: “Marc mi ha aiutato parecchio, gli pagherò la cena”, aggiunge ridendo. “Ho spinto a fondo e non è andata male oggi. Credo che domani avrò la possibilità di fare una buona gara”. “È incredibile ma è molto importante per me cercare di dare filo da torcere a Dovi. Guardando il passo, Andrea è alcuni decimi più veloce di me, ma io voglio migliorare il mio passo e lavorare molto per avvicinarmi”, conclude la guida del Pramac Team.

    Un felicissimo Marc Marquez inizia riconoscendo che “oggi la pole è stata un po’ più difficile”, per via di Pedrosa più aggressivo che ad Indianapolis. “Per domani - dice ai microfoni lo spagnolo - in gara sarà mi sa che Dani sarà il più forte. Vediamo se riusciamo a stare con lui e lottare fino alla fine”. “Ho visto Andrea che mi prendeva la scia e poi ha dato un pochino di più, ma alla fine questa pole è molto importante”. “Sono contento: sembra che siamo tutti molto vicini. I primi otto piloti sono entro 2/3 decimi, quindi sarà una bella gara”. Sulla FP2: “ieri è stato importante, con le prove libere due con la pioggia. Io ero competitivo anche li. Le previsioni per domani danno asciutto, e lo spero, ma se dovesse piovere cercheremo di fare del nostro meglio. In condizioni di asciutto mi aspetto una gara davvero interessante”. Parlando dei suoi avversari: “l’unico punto interrogativo è Jorge, che nell’FP3 era davvero forte, mentre nelle quarte prove, forse ha provato qualche assetto, non era così competitivo”. Puoi toglierti il record di mente e pensare solo alla gara? “Sì, posso pensare alla gara. La prima cosa importante è la condizione del meteo, poi vedremo. In entrambe le situazioni cercheremo di fare del nostro meglio e di combattere per la vittoria”.