MotoGP Brno 2015: il processo al Gran Premio della Repubblica Ceca

MotoGP Brno 2015: il processo al Gran Premio della Repubblica Ceca

    MotoGP Brno 2015 processo

    È il momento di diventare polemici per il nostro consueto appuntamento con il processo al Gran Premio, in questo caso quello di MotoGP Brno 2015. La gara in sè non è stata delle più emozionanti, con un Jorge Lorenzo che l’ha fatta da padrone, partendo primo, correndo quasi in solitaria e poi terminando la corsa in cima al podio. Al secondo posto abbiamo visto un Marc Marquez aggressivo, specialmente con le gomme nuove ad inizio gara, per poi spegnersi nella seconda metà della corsa. Terzo e un po’ deludente, come abbiamo avuto modo di dire anche nelle pagelle al GP di Brno, il Valentino Rossi sull’ultimo gradino del podio. Che si dia inizio al processo!

    Ducati MotoGP Brno 2015

    ACCUSA: ci eravamo abituati in passato ad una Ducati che sapeva dire la sua. Una Ducati che sapeva impensierire i team “big”, che poteva tranquillamente candidarsi per il podio. In Repubblica Ceca, però, abbiamo visto una performance solo discreta, salvata giusto dal grintoso Andrea Iannone che ha concluso quarto, ma che non è riuscito nemmeno ad impensierire Rossi. Parlando dell’altro Andrea, Dovizioso, invece è stato più un sottofondo nella corsa, senza farsi quasi notare.

    DIFESA: la difesa va soprattutto ad Andrea Iannone, che purtroppo ha sofferto di un calo di potenza del suo motore. “Avrebbe potuto puntare al podio”, hanno detto dal team. Vediamo come si comporterà in futuro il nuovo motore, che pare avere una bella dose di potenza in più…

    LEGGI ANCHE: MotoGP Brno 2015, risultati gara: 1° Lorenzo, 2° Marquez, 3° Valentino Rossi

    Suzuki MotoGP Brno 2015

    ACCUSA: gara solo “discreta” per la Suzuki. Dobbiamo un po’ ripeterci su quanto detto anche ad Indianapolis: in qualifica non è stata male la performance, con un settimo piazzamento in griglia di partenza per Maverick Viñales ed un meno convincente 15esimo posto per Aleix Espargarò. In gara, poi, Maverick non stava andando male, pur avendo perso qualche posizione, ma poi è caduto, buttando via tutto.

    DIFESA: Maverick Viñales se non fosse stato per la caduta, dovuta magari anche all’inesperienza, avrebbe potuto concludere un weekend davvero notevole. E non dimentichiamoci che, comunque, Aleix Espargarò ha rimontato dalla quindicesima fino alla nona posizione in gara.

    LEGGI ANCHE: MotoGP Brno 2015: le pagelle del Gran Premio

    Valentino Rossi MotoGP Brno 2015

    ACCUSA: sembrava un’altra moto quella sotto al sedere di Valentino Rossi. Eppure si trattava della stessa Yamaha Movistar portata alla vittoria dallo spagnolo Jorge Lorenzo, che ha letteralmente dominato per tutto il weekend. Una performance abbastanza da sbadigli quella del Dottore, con una partenza abbastanza brutta. Volevamo decisamente di più da lui.

    DIFESA: si sa che Vale non da il meglio di sè nelle prove e, spesso, anche in qualifica, perchè è un perfezionista e vuole migliorare ogni minimo dettaglio del suo setup. Certo, in gara non è partito benissimo, però è tornato ben presto al terzo posto ed ha concluso per l’undicesima volta (su undici gare) sul podio ed è comunque a 211 punti in campionato, proprio come Lorenzo.

    LEGGI ANCHE: MotoGP Brno 2015, Valentino Rossi: “non avevo il ritmo di Marquez e Lorenzo”

    727

    PIÙ POPOLARI