MotoGP Brno 2015, risultati gara: 1° Lorenzo, 2° Marquez, 3° Valentino Rossi

MotoGP Brno 2015, gara LIVE in diretta web

da , il

    Una gara di MotoGP da Brno 2015 letteralmente dominata da Jorge Lorenzo. Partendo già dalla pole position (qui la griglia di partenza completa), il pilota della Yamaha ha sempre tenuto dietro Marc Marquez ad un buon margine di distanza. Secondo posto per la Honda numero 93, mentre al terzo posto si è piazzato Valentino Rossi, che ha fatto una partenza non proprio brillantissima, ma anche dopo non è riuscito a tenere il passo di Lorenzo e Marquez. Una bella gara in rimonta per Dani Pedrosa, mentre notevoli anche le Ducati di Iannone e Dovizioso che hanno tenuto bene il passo della Yamaha di Rossi all’inizio. Nel seguito trovate la cronaca della gara in diretta web.

    Classifica

    Cronaca

    14.44: GARA FINITA! Vittoria MERITATISSIMA di Jorge Lorenzo, poi Marquez, Rossi, Iannone, Pedrosa e Dovizioso, Smith, Pol Espargaro, Aleix Espargaro e Petrucci.

    Giro 23: e Jorge Lorenzo fa un ultimo giro trionfale per portarsi a casa una bellissima vittoria. Dani Pedrosa è passato davanti, ma Dovizioso deve cercare un’altra possibilità per superare. E ci prova! Staccata, ma finisce lungo, si reinfila Pedrosa! Non ce la fa…peccato!

    Giro 22: E CE LA FA! Pedrosa passa, ma in rettilineo Dovizioso passa di nuovo! Che duello avvincente amici!

    Giro 21: Dani Pedrosa continua a cacciare la sua preda…gli sta sempre vicinissimo, anche se il Dovi allunga leggermente in rettilineo.

    Giro 20: tutto stabile nelle prime tre posizioni: Lorenzo a 3 secondi e mezzo da Marquez, poi Rossi più distaccato. Pedrosa finisce lungo in un tentativo di staccata, dando un po’ di respiro a Dovizioso.

    Giro 19: continua ad aumentare il vantaggio di Lorenzo su Marquez, oltre 3 secondi! Bel duello intanto tra Dovizioso e Pedrosa: la Ducati è velocissima in uscita di curva, mentre Andrea soffre un po’ di più in staccata.

    Giro 18: ricapitoliamo la situazione attuale:

    1 J. LORENZO 32:46.879

    2 M. MARQUEZ +2.859

    3 V. ROSSI +8.856

    4 A. IANNONE +12.560

    5 A. DOVIZIOSO +13.033

    6 D. PEDROSA +13.332

    7 B. SMITH +18.692

    8 P. ESPARGARO +19.463

    9 A. ESPARGARO +33.336

    10 D. PETRUCCI +34.489

    11 Y. HERNANDEZ +39.466

    12 S. REDDING +39.813

    13 S. BRADL +43.271

    14 A. BAUTISTA +44.030

    15 H. BARBERA +45.956

    16 N. HAYDEN +46.268

    17 L. BAZ +46.602

    18 J. MILLER +51.994

    19 M. DI MEGLIO +52.072

    20 C. CORTI +1:23.902

    21 K. ABRAHAM +1:34.835

    RT M. VIÑALES 30:57.572

    RT C. CRUTCHLOW 29:04.918

    RT E. LAVERTY 8:19.454

    RT A. DE ANGELIS 6:36.097

    Giro 17: peccato per Vinales! Gli scivola l’anteriore e finisce a terra…stava facendo veramente una bellissima gara, peccato! Più avanti Lorenzo continua a guadagnare terreno su Marquez.

    Giro 16: CAL CRUTCHLOW ESCE DI PISTA nella curva 11. Niente di grave comunque.

    Giro 15: Marc sembra che faccia fatica a tenere il passo di Jorge oramai. Il vantantaggio è consolidato sui 2 secondi e mezzo. Le gomme di Marquez comunque sembrano ancora buone e quindi il gap potrebbe essere solo dovuto a differenze di set up. Nonostante la brutta partenza di Valentino Rossi, dobbiamo dire che non è riuscito fino ad ora a girare sui tempi di Lorenzo e Marquez.

    Giro 14: Lorenzo riprende a guadagnare un altro mezzo secondo su Marquez…vuole proprio farla in solitaria questa gara! Andrea Iannone è a circa 2 secondi da Valentino Rossi.

    Giro 13: è un po’ un tira e molla tra Jorge Lorenzo e Marc Marquez, visto che quest’ultimo gli ha recuperato un paio di decimi di secondo, dopo che il pilota della Yamaha aveva allungato.

    Giro 12: facciamo un riepilogo delle posizioni:

    1 J. LORENZO 21:27.325

    2 M. MARQUEZ +1.948

    3 V. ROSSI +7.724

    4 A. IANNONE +9.396

    5 A. DOVIZIOSO +10.438

    6 D. PEDROSA +12.116

    7 B. SMITH +14.568

    8 P. ESPARGARO +15.527

    9 M. VIÑALES +15.953

    10 C. CRUTCHLOW +19.130

    11 A. ESPARGARO +22.822

    12 D. PETRUCCI +23.820

    13 S. REDDING +26.511

    14 Y. HERNANDEZ +26.990

    15 S. BRADL +29.617

    16 H. BARBERA +30.760

    17 A. BAUTISTA +32.058

    18 N. HAYDEN +32.135

    19 L. BAZ +32.503

    20 J. MILLER +35.031

    21 M. DI MEGLIO +36.662

    22 C. CORTI +56.929

    23 K. ABRAHAM +1:05.453

    RT E. LAVERTY 8:19.454

    RT A. DE ANGELIS 6:36.097

    Giro 11: Dovizioso perde qualcosa su Andrea Iannone, che negli specchietti inizia a vedere Dani Pedrosa.

    Giro 10: giro tranquillo, che però permette di portare il vantaggio di Lorenzo a quasi un secondo e mezzo (1 secondo e 280 millesimi per essere precisi).

    Giro 9: mancano ancora 14 giri, la gara è ancora lunga, ma Lorenzo sta cercando di allungare. Sarebbe una vittoria importantissima per lui, perchè potrebbe portarlo ad avere lo stesso identico punteggio di Valentino Rossi in campionato.

    Giro 8: riepiloghiamo le prime 10 posizioni:

    1 J. LORENZO 13:19.223

    2 M. MARQUEZ +0.386

    3 V. ROSSI +5.236

    4 A. DOVIZIOSO +6.280

    5 A. IANNONE +6.452

    6 D. PEDROSA +9.055

    7 B. SMITH +9.446

    8 P. ESPARGARO +10.259

    9 M. VIÑALES +10.827

    10 C. CRUTCHLOW +13.259

    Intanto Iannone supera Dovizioso! Più avanti Lorenzo sta provando a spingere e ad aumentare il gap su Marc Marquez…

    Giro 7: davvero notevole il progresso fatto dalle Ducati, visto che Dovizioso e Iannone stanno veramente molto vicino alla Yamaha di Valentino Rossi, in una potenziale lotta per il podio. E DANI PEDROSA INCALZA Smith! Bel sorpasso che gli vale la sesta posizione!

    Giro 6: Rossi nel frattempo gira un po’ più lento dei primi due. Laverty cade…GRANDE RISCHIO, ma per fortuna il peggio è stato evitato. Interessante, poi, la gara di Dani Pedrosa che ha voglia di rimonta!

    Giro 5: un Marc Marquez INDIAVOLATO, che sta davvero vicinissimo a Lorenzo. Marc ha inanellato due giri velocissimi, l’ultimo in 1 minuto 56 e 0!

    Giro 4: ecco la classifica completa al momento:

    1 J. LORENZO 5:33.937

    2 M. MARQUEZ +0.373

    3 V. ROSSI +2.970

    4 A. DOVIZIOSO +3.404

    5 A. IANNONE +3.684

    6 B. SMITH +4.133

    7 P. ESPARGARO +4.904

    8 M. VIÑALES +5.045

    9 D. PEDROSA +5.284

    10 D. PETRUCCI +6.588

    11 C. CRUTCHLOW +6.914

    12 A. ESPARGARO +7.404

    13 Y. HERNANDEZ +7.776

    14 S. REDDING +7.935

    15 H. BARBERA +8.594

    16 S. BRADL +9.156

    17 N. HAYDEN +9.546

    18 M. DI MEGLIO +10.109

    19 L. BAZ +10.387

    20 E. LAVERTY +10.883

    21 A. BAUTISTA +11.179

    22 J. MILLER +11.416

    23 A. DE ANGELIS +11.698

    24 C. CORTI +14.318

    25 K. ABRAHAM +18.301

    Giro 3: tornando un attimo a Lorenzo, il piltoa Yamaha sta cercando di allungare il suo vantaggio per approfittare al massimo delle sue gomme a mescola media. Adesso dobbiamo vedere Marquez cosa farà, perchè comunque gli sta molto bene dietro. Un pelo più distante Rossi, che però tenta il tutto per tutto per recuperare il gap accumulato con Marc.

    Giro 2: ecco le posizioni alla fine del primo giro: Lorenzo, Marquez, Dovizioso, Rossi, Iannone, Smith, Espargaro (Pol),. Rossi ha qualcosa in più però rispetto al Dovi, infatti lo marca stretto e pianifica il sorpasso. La Ducati è molto potente con il nuovo motore e infatti Valentino non riesce a superarlo con facilità…ma CE LA FA, proprio alla fine del secondo giro!!

    Giro 1: PATENZA! Partito velocissimo Lorenzo che allunga leggermente, poi subito dietro Marquez, mentre Rossi perde leggermente e finisce indietro di qualche posizione!! Ma Valentino si mette come un cane da caccia dietro ai suoi avversari perchè non ci sta e vuole recuperare le posizioni perdute. Piccolo contatto con Dani Pedrosa che è scivolato in decima posizione…

    13.30: ma che voto diamo alle paddock girl?

    13.00: buongiorno a tutti amici e appassionati di MotoGP! Alle ore 14.00 scatterà il semaforo verde e sarà il via del Gran Premio di Brno 2015. Dobbiamo aspettarci un Lorenzo sorprendente come in qualifica? Ricordiamo che la prima fila della griglia di partenza è composta, rispettivamente, da: Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Valentino Rossi.